Serie C Silver

Amara sconfitta per la Cestistica, battuta in casa dalla Lupa Lecce

Non vuole finire il periodo No della squadra ostunese, stavolta sconfitta dinanzi al suo pubblico in una partita che si conclude con un amaro 73-79. Adesso più che mai l'imperativo è vincere

Basket
Ostuni martedì 20 marzo 2018
di La Redazione
Amara sconfitta per la Cestistica, battuta in casa dalla Lupa Lecce
Amara sconfitta per la Cestistica, battuta in casa dalla Lupa Lecce © Cestistica Ostuni

Cestistica Ostuni perde ancora, non riuscendo a uscire da un tunnel che sembra essere senza via d'uscita. Stavolta la squadra ha perso davanti al proprio pubblico: non accadeva da quasi cinque mesi, da quel 29 ottobre in cui Monopoli espugnò il PalaGentile mettendo fine all'avventura da allenatore di Enrico Curiale e aprendo la strada a Coco Romano. Ad avere la meglio domenica scorsa una Lupa Lecce mai cinica e combattiva come stavolta, nonostante l'obiettivo playoff sia ormai completamente sfumato, ma con una salvezza da raggiungere.

I gialloblù sono ormai irriconoscibili, lontani parenti di quella squadra capace di dominare in casa del Monopoli (pur perdendo) e di battere Corato e Ceglie: i ragazzi sembrano aver perso la fiducia in loro stessi, ed escono con le ossa rotte anche da questo confronto, come già era accaduto sul campo di Manfredonia e Monteroni, non esattamente due corazzate, sebbene i salentini siano in forma smagliante come dimostrato con la vittoria a Ceglie.

Ad esaltarsi sul campo ostunese è stato soprattutto Matteo Malaventura: arrivato in pompa magna come potenziale crack per la categoria, l'esterno ex Fortitudo Bologna ha fatto però molta fatica a calarsi nella realtà della Serie C Silver. Ma il parquet del PalaGentile deve avergli dato nuovi stimoli: per lui 28 punti con 6/8 da tre. Ad aiutarlo Stefano Sirena (20 punti), con gli esterni salentini che hanno nettamente vinto il confronto diretto con i pariruolo gialloblù.

Parte da questo in effetti il momento di difficoltà che la squadra sta vivendo: con Kasongo ancora non al 100%, ma comunque in leggera crescita (21 punti e 6 rimbalzi, ma 9/21 dal campo), è bastata una serata storta di Vanni Laquintana (14 punti e 1/8 da tre) per avere la meglio. E non è nemmeno bastata la solita lotta nel pitturato di Caloia (13 punti e 15 rimbalzi) e la buona verve al tiro di Vignali (14 con 4/6 da tre).

I gialloblù pagano un approccio difensivo alla partita decisamente sottotono, con 27 punti subiti nel solo primo periodo, e una continua rincorsa all'avversario, conclusasi con il sorpasso dopo l'intervallo ma vanificata con l'ennesimo blackout. La Lupa porta a casa due punti pesantissimi per inseguire Vieste e cercare a tutti i costi di evitare i playout, con una classifica che, guardando il roster della squadra a settembre, sarebbe stata impossibile da pronosticare.

La Cestistica, dopo l'ennesimo stop, si vede invece raggiunta da Castellaneta (ma con gli scontri diretti a favore): il quarto posto ora è lontano 4 punti, e le speranze di ottenerlo, seppur flebili, passano per le prossime tre partite. La gara di sabato prossimo a Taranto, il match in casa con Ruvo e la trasferta di Altamura diranno in quale posizione i gialloblù affronteranno una post season che dovrà necessariamente essere giocata con tutt'altro spirito.

TABELLINO (al link le statistiche complete)
http://fip-web.azurewebsites.net/MatchStats.aspx?ID=189&MID=34416&rg=PU

Cestistica Ostuni- Lupa Lecce 73-79 (18-27; 33-43; 57-67)

OSTUNI: Vignali 14, Cafarella NE, Laquintana 14, Caloia 13, Baraschi 6, Semerano NE, Masciulli 2, Petraroli NE, Kasongo 21, Di Salvatore 2, Bagordo 1, Giannotte NE. Coach: Romano.

LECCE: Malaventura 28, Quaranta 2, Paiano 8, Zezza NE, Rizzato NE, Sirena 20, Lasorte 4, Mocavero 14, Passante, Ferilli 3. Coach: Rizzato.

ARBITRI: Balice (BA), Stanzione (BA).

Lascia il tuo commento
commenti