I gialloblù

Olympique, Pastore: «Gruppo sarà la nostra forza»

Il team manager​ alla vigilia della stagione

Altri Sport
Ostuni martedì 18 settembre 2018
di La Redazione
Roberto Pastore, team manager​ Olympique Ostuni
Roberto Pastore, team manager​ Olympique Ostuni © n.c.

Stagione al via per l’Olympique Ostuni. Venerdi 14 settembre la presentazione del nuovo roster e degli impegni stagionali.

Idee chiare in casa gialloblù, come dimostrano le parole del team manager Roberto Pastore.

La prima amichevole e il Memorial Vito Mavilio ha messo in evidenza luci e ombre del nuovo Olympique Ostuni. Bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto? «Siamo nel pieno della preparazione e queste partite ci servono per capire bene quali sono i nostri punti di forza e quelli dove indubbiamente abbiamo ancora da lavorare per migliorare - risponde -. Una prima parte di gara giocata ad un ottimo ritmo ha portato inevitabilmente ad un calo nel secondo tempo, ma tutto serve per mettere benzina nelle gambe e assimilare i nuovi dettami tattici di mister Basile».

«Il roaster creato per affrontare questa stagione - aggiunge - presenta vari punti di forza. Il vero motore che permetterà di dare qualcosa in più sarà la forza del gruppo che si è vista fin dai primi giorni di preparazione, affiancata alla concentrazione che i ragazzi stanno mettendo negli allenamenti e all'affiatamento dentro e fuori dal rettangolo di gioco, una cosa che ho riscontrato in tutti i componenti dell'Olympique, dalla dirigenza allo staff tecnico, fino ad arrivare alla la squadra. Sono più che sicuro che questo attaccamento ai colori gialloblù sarà il volano per un'ottima stagione. I nuovi acquisti, affiancati alla conferma di pedine importanti come quella del bomber Salamida, rappresentano l'inizio di un nuovo corso per questo club».

Quanto lontano può andare quest'Olympique? «Abbiamo iniziato a costruire il nuovo roaster subito dopo la conclusione della passata stagione. La scelta di mister Basile ha rappresentato il primo tassello di questo nuovo inizio. Insieme a lui abbiamo lavorato affinché potessimo arrivare al raduno con la squadra già al completo, in modo da riuscire a prepararci al meglio. Naturalmente siamo partiti dalle conferme dei giocatori che nella passata stagione hanno saputo rappresentare quella che è la filosofia dell'Olympique. Giocatori come capitan Fiorentino, Salamida, Schiavone ed altri che hanno già fatto parte della squadra lo scorso anno sono i capisaldi della nostra storia che continua sia sul parquet e anche all'interno dello spogliatoio. Il loro esempio fa crescere al meglio anche i nostri giovani della categoria Under. In sostanza, abbiamo tutti gli uomini giusti per arrivare lontano, non ci poniamo limiti».

Si sono appena chiusi gli stage dell’Under 19, quanto può offrire la giovane Ostuni all'Olympique? «Lo scorso anno si è chiuso un percorso con i giovani che hanno fatto parte dell'Under19, e purtroppo non è stato possibile riconfermare molti di loro nella stessa categoria perché le regole federali non consentono di avere fuori quota nel roster giovanile. Per questo con il nuovo mister Greco abbiamo effettuato due stage per dare modo a tanti giovani di potersi mettere in mostra e giocarsi le proprie chance di entrare nel mondo Olympique. Abbiamo avuto modo di poter selezionare una categoria di giovani che hanno delle ottime basi e da cui poter partire per lavorare al meglio. L’obiettivo è quello di farli crescere sotto tutti i punti di vista, umani e tecnici. Non dobbiamo avere fretta di vederli già allo stesso livello della prima squadra, ma sappiamo bene che col tempo anche loro potranno diventare importanti in ottica futura. Basta vedere il percorso fatto da Zigrino e Lorusso, i quali la scorsa stagione hanno fatto parte dell'Under con alcune presenze in prima squadra, e da quest'anno faranno parte della squadra maggiore grazie alla loro crescita e impegno fanno parte in pianta stabile».

«La nostra forza - conclude Pastore - sarà un gruppo coeso, che non molla mai. Sappiamo bene che ci saranno momenti difficili, in cui a volte qualcuno potrà pensare di non riuscire a dare il massimo. Ma in questa Olympique sappiamo che tutti ci daremo forza gli uni con gli altri per raggiungere i traguardi che ci siamo prefissati. Anche il sostegno dei nostri tifosi sarà fondamentale. Il passato insegna che il tifo gialloblù è in grado di darti una carica indescrivibile per affrontare ogni partita, quindi contiamo anche sull’appoggio dei tifosi, che non è mai mancato. Con il talento si vincono le partite, ma è con il lavoro di squadra e l'intelligenza che si vincono i campionati».

Lascia il tuo commento
commenti