Narrativa

Da Londra a Ostuni, ricordi di un'estate in Puglia

Il potere dell'amore nelle sue molteplici forme nel romanzo di Valeria Vescina. Oggi presentazione bilingue nel Museo diocesano

Cultura
Ostuni venerdì 31 agosto 2018
di La Redazione
Valeria Vescina
Valeria Vescina © n.c.

Si terrà questo pomeriggio, alle 19 nel Giardino dei Vescovi, interno al Museo diocesano di Ostuni, l’incontro letterario che vedrà protagonista Valeria Vescina e That Summer in Puglia, suo primo romanzo.

L’incontro sarà aperto dai saluti istituzionali di Michele Conte, presidente del Museo civico, e dal sindaco Gianfranco Coppola. Dialogherà con Valeria Vescina lo scrittore Francesco Dimitri, anch’egli di origini pugliesi e residente a Londra. La presentazione di That Summer in Puglia, pensata anche per coinvolgere la nutrita comunità anglofona che da tempo è presente sul territorio ostunese, verrà condotta in inglese e in italiano.

Il libro
Edito da Eyewear Publishing, il libro racconta di una grande storia d’amore e dell’avvincente ricerca dei motivi che l’hanno condotta alla fine. Ambientato tra il Sud Italia e Londra, That Summer in Puglia ha esordito nella sezione “Italian Day” al Festival Letterario di Oxford FTWeekend 2018. Presentato successivamente a Londra presso Waterstones Kensington e l'Istituto Italiano di Cultura, continua a ricevere ampi consensi di critica.

La storia è quella di Tommaso che ha lasciato Ostuni diciannovenne e vive a Londra nell’anonimato da circa trent’anni. Quando Will, giovane investigatore privato, lo rintraccia, Tommaso gli chiede di non rivelare a nessuno la propria esistenza e per convincerlo, gli confida la storia della sua vita e del suo grande amore per Anna. Durante il racconto, arriva a comprendere il ruolo realmente vissuto negli eventi e le conseguenze di un dolore mai superato. Il destino ha deciso di offrirgli una seconda opportunità, ma è pronto a pagarne il prezzo?

That Summer in Puglia tratta del dolore della perdita e del potere dell'amore nelle sue molteplici forme. La Puglia si offre come sfondo ideale a diversi livelli di lettura: emergono le stratificazioni del tempo con antichi segni che diventano parte integrante del racconto e terreno di scavo nel passato di un uomo. Con il ricordo affiorano in Tommaso, sempre più vivi, colori, profumi e sapori di una terra generosa e memorie di un grande amore corrisposto, un fluire di sensazioni perdute e improvvisamente ritrovate.

L'autrice
Valeria Vescina è originaria di Brindisi ma vive da più di trent’anni a Londra, dove è rimasta dopo gli studi universitari in Relazioni Internazionali (University of Birmingham) e in Management (London Business School). Ha lavorato nella City per vent’anni prima di riscoprire la scrittura narrativa conseguendo un Master in Creative & Life Writing (Goldsmiths, University of London). È attiva come autrice, critico e insegnante ed è nel board dell’Hampstead Arts Festival.

Lascia il tuo commento
commenti