La seconda edizione

Le cucine svelano i loro segreti

Sabato e domenica con "La Puglia è Servita" visite, degustazioni, esibizioni in 20 ristoranti

Attualità
Ostuni giovedì 27 settembre 2018
di La Redazione
generico chef
generico chef © Angelo Di Cugno

Dopo il successo della prima edizione, quest’anno si fa in quattro Cucine Aperte, l’evento del consorzio La Puglia è Servita che accompagna il pubblico dietro le quinte della ristorazione di qualità.

Saranno quattro le aperture speciali, il 29 e 30 settembre, dalle 11 alle 16 e dalle 19 alle 23, in cui gli appassionati potranno visitare le cucine delle strutture partecipanti, approfondire la conoscenza delle materie prime, seguire laboratori, degustazioni tematiche, e naturalmente assaggiare le preparazioni a cura dei ristoratori soci, che annoverano alcuni tra i migliori cuochi di tutta la Puglia. Inoltre, in occasione della due giorni, anche i partecipanti all'evento potranno indossare il cappello da cuoco con il “Cucine Aperte Selfie Contest". Partecipare è semplice. Basta pubblicare sul proprio profilo Facebook o Instagram, usando l'hashtag#cucineaperte e taggando La Puglia è Servita, un selfie realizzato con il motivo Facebook "cappello del cuoco" (https://goo.gl/hJJehB) . I due selfie o post (uno su Facebook e l'altro su Instagram) con il più alto numero di "mi piace" riceveranno in omaggio una selezione di vini dei soci del Movimento Turismo del Vino Puglia e di Evo dei soci di Buonaterra Movimento Turismo dell'Olio Puglia. Regolamento completo su www.lapugliaeservita.com

L’evento, organizzato in collaborazione con l'assessorato all'Industria turistica e culturale della Regione Puglia, è pensato per incoraggiare visitatori e viaggiatori gourmet a scoprire e riconoscere gli alti standard dei soci, che annoverano alcuni tra i migliori professionisti dell’ospitalità e della ristorazione di tutta la regione, celebrando insieme la ricchezza e la varietà della cultura enogastronomica di Puglia.

Anche per questa edizione, ogni struttura sceglierà il proprio “Prodotto nel piatto”, su cui incentrare la degustazione: i visitatori potranno quindi spostarsi da una struttura all’altra, assaggiando le diverse tipicità di ogni territorio. In degustazione anche i vini del Movimento Turismo del Vino Puglia, gli extravergine di Buonaterra - Movimento Turismo dell’Olio Puglia e i prodotti tipici raccontati direttamente dai produttori e dagli artigiani del gusto del territorio.

I partecipanti
Per la seconda edizione, saranno venti le strutture aderenti all’iniziativa, dislocate sull’intero territorio regionale.
Sabato 29 settembre aperte le cucine di: Ristorante Porta Di Basso - Peschici (Fg), Forno Sammarco - San Marco in Lamis (Fg), Ristorante Il Cortiletto - Lucera (Fg), Ristorante Al Primo Piano - Foggia, Ristorante Corteinfiore - Trani, La Bottega dell'Allegria - Corato (Ba), Oli Olà - Bisceglie (Bt), Ristorante Le Giare - Bari | Ristorante PerBacco - Bari, Terranima - Bari, Taverna Le Rune - Bari Torre a Mare, Lama San Giorgio - Rutigliano (Ba), L'Antica Locanda - Noci (Ba), Botteghe Antiche - Putignano (Ba), Ristorante Al Gatto Rosso - Taranto, Masseria Il Frantoio - Ostuni (Br), Ristorante Lilith - Vernole (Le).

Domenica 30 settembre aperte Ristorante Il Cortiletto - Lucera (Fg), Ristorante Al Primo Piano - Foggia | Locanda Di Nunno - Canosa di Puglia (Bt), Antichi Sapori - Andria / Montegrosso (Bt), Masseria Cimadomo - Corato (Ba)

Gli altri appuntamenti
In più, un ricco programma di attività animerà le strutture nel corso della due giorni: esibizioni culinarie, laboratori per i più piccoli, mostre e molto altro ancora.

Tra i microeventi da non perdere la cooking demo a Bari da Ristorante Terranima (sabato 29 settembre) dedicata alla “Tiella di patate rRiso e cozze” condotta dal giornalista gastronomo Sandro Romano, i laboratori dedicati al ricco patrimonio di eccellenze enogastronomiche di Puglia: sulla marinatura del pesce a Peschici da Ristorante Porta di Basso (sabato 29 settembre); sul pane da Forno Sammarco a San Marco in Lamis (sabato 29 settembre) e sui piatti a base di pane da Ristorante Il Cortiletto a Lucera (sabato 29 e domenica 30 settembre); sulla bruschetta da Oli Olà a Bisceglie (sabato 29 settembre); sulla giuncata da Lama San Giorgio a Rutigliano (sabato 29 settembre); sulla pasta fresca tipica salentina da Ristorante Lilith a Vernole (sabato 29 settembre). Ma a Cucine Aperte ci si potrà fermare anche a pranzo o cena con gli speciali menù degustazione ideati per l’occasione da Al Primo Piano a Foggia e Il Cortiletto a Lucera (sabato 29 e domenica 30 settembre); Corteinfiore a Trani, Le Giare a Bari, Le Rune a Bari Torre a Mare, Botteghe Antiche a Putignano, Masseria Il Frantoio ad Ostuni, Lilith a Vernole (sabato 29 settembre); Locanda di Nunno a Canosa di Puglia (domenica 30 settembre).

La mappa
Organizzare al meglio il proprio itinerario di visita sarà più semplice, grazie alla speciale mappa delle aziende partecipanti realizzata su Google Maps. Per usarla, basta connettersi da tablet o smartphone al sito www.lapugliaeservita.com, cliccare sulla mappa in homepage e scegliere di aprirla con l'app di Google Maps. Selezionando la singola struttura si potranno conoscere orari di apertura e programma delle attività, oltre a ricevere le indicazioni esatte su come raggiungere l'azienda e creare il proprio percorso.

Una vera e propria festa, per celebrare la ricchezza della gastronomia pugliese: uno scrigno di tesori agroalimentari rinomati in tutto il mondo, che abbinati a un’antichissima tradizione culinaria regionale rappresentano una delle migliori motivazioni per un viaggio attraverso questa terra affascinante.

L’elenco delle strutture aderenti, orari, giorno di apertura e il programma completo della manifestazione sono disponibili sul sito www.lapugliaeservita.com e sulle pagine social del Consorzio.

La Puglia è Servita
Cucine Aperte fa parte della programmazione progettuale dal titolo “La Puglia è Servita” presentata da Tirsomedia con fondi Fsc -2014-2020 “Patto per la Puglia”, finanziata dall’assessorato regionale all’Industria turistica e culturale.

La Puglia è Servita è un consorzio di professionisti pugliesi dell’ospitalità che nasce sulle orme della storica guida della casa editrice Tirsomedia. Ne fanno parte 52 tra ristoratori, imprenditori del turismo, artigiani del gusto, aziende agricole, masserie e operatori dell’ospitalità legati alla terra e alle sue materie prime, che si ispirano ai principi di etica ed etnicità lungo tutta la filiera. Presidente del Consorzio è Giuseppe Schino, patron del ristorante Per Bacco di Bari.

Lascia il tuo commento
commenti