Grande la solidarietà dei bambini

Il progetto “We are the children” entra nel vivo: raccolte le donazioni dei bambini del “Pessina”

Venerdì 20 novembre, il progetto umanitario "We are the children", ha iniziato i laboratori musicali e la raccolta delle donazioni dalla scuola "Pessina". Enorme la solidarietà e la partecipazione dei bambini

Attualità
Ostuni domenica 22 novembre 2015
di La Redazione
Donazioni bambini "Pessina"
Donazioni bambini "Pessina" © @We are the children

Il 20 novembre del 1989 l’Organizzazione delle Nazioni Unite, dopo molti anni di lavoro, approvò la “Convenzione internazionale dei diritti del’Infanzia”, che stabilisce quali siano i diritti dei bambini e cosa si debba fare per rispettarli e attuarli.
Venerdì scorso, 26 anni dopo l’approvazione della Convenzione, “We are the children”, il progetto umanitario che unisce i bambini italiani a quelli africani tramite la musica, ha deciso di trascorrerlo insieme ai bambini della scuola elementare “Pessina” di Ostuni.

Il progetto, ideato e promosso dall’associazione “Tarantula Rubra” e dalla sua Presidente, Anna Nacci, ha come scopo quello di creare una catena di solidarietà usando la musica per mettere in comunione i bambini, anche se appartengono a nazionalità diverse. “We are the children” si propone di portare in Africa donazioni raccolte in Italia, ma anche, come succederà quest’anno, di donare ai bambini africani un aiuto concreto, che vada al di là della solidarietà del momento. Quest’anno, grazie all'impegno dell'associazione, i bambini kenioti ospiti di due orfanotrofi, riceveranno del grano da seminare e dei pannelli solari per alimentare le pompe idriche, in modo da rendersi indipendenti nell’approvvigionamento dell’acqua e del grano.

L'anno scorso  “We are the children” ha portato ai bambini ghanesi ospiti di un orfanotrofio di Accra, grazie alla solidarietà dei bambini delle scuole di Ostuni coinvolte nel progetto, quattro quintali di donazioni.

Venerdì 20 novembre “We are the children” ha iniziato i laboratori musicali e la raccolta delle donazioni dalla scuola di Ostuni “Enrico Pessina”. I bambini di tutte le classi, grazie alla grande disponibilità della Dirigente Scolastico, Maria Mingolla e di tutti i docenti coinvolti, si sono ritrovati a giocare con la musica. Si sono divertiti a riconoscere le note suonate dal violino di Adele Marciano, dal mandolino di Vito Parisi e dal Dun Dun, strumento tradizionale africano, suonato dal musicista nigeriano Makola Bambo, e dal tamburello del piccolo Eric, alunno della classe III.

Particolarmente emozionante per i bambini è stato ascoltare il racconto di una giovane insegnante keniota, ospite dello SPRAR (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati) di Ostuni, Wilkister Otengo Osundwa, che ha spiegato ai bambini la vita dei loro coetanei in Kenya e ha insegnato loro un gioco keniota tradizionale.
Tantissime le donazioni raccolte grazie ai bambini del "Pessina", tra materiale didattico, giocattoli, abiti, medicinali, scarpe e coperte che, nel mese di marzo, saranno personalmente consegnate nelle mani dei bambini kenioti dal team del progetto.

“We are the children”, ha creato un sito internet (www.wearethechildren.it) dotato di una piattaforma crowdfunding, attraverso il quale si potrà essere informati in tempo reale su quali siano le iniziative del progetto e dove, chiunque lo voglia, potrà sentirsi libero di donare.

Il prossimo appuntamento con i laboratori nelle scuole sarà il prossimo 3 dicembre, nel Circolo Didattico “Giovanni XXIII” di Ostuni.


 

Lascia il tuo commento
commenti