Solo due punti nelle ultime quattro gare

Pallavolo 2000 Ostuni, Orthogea piegata al tiebreak dalla Sbv Olimpia Galatina

Super Buracci ed il Galatina ultimo della classe stendono l'Orthogea ai vantaggi finali del quinto set

Volley
Ostuni lunedì 12 febbraio 2018
di Salvatore Galizia
Pallavolo 2000 Ostuni al PalaCeleste
Pallavolo 2000 Ostuni al PalaCeleste © Salvatore Galizia

La Pallavolo 2000 Ostuni cade nuovamente e manca ancora una volta l’appuntamento cruciale con la vittoria, perlopiù in uno scontro diretto. A festeggiare al PalaCeleste dopo oltre due ore di battaglia agonistica è la Sbv Olimpia Galatina che, spinta da Buracci in stato di grazia (37 punti) e da una lunga serie di difese spettacolari, si è imposta ai vantaggi finali del tiebreak.

Ostuni in campo con la solita formazione composta dalla diagonale Balestra – Lotito, Galdi e L’abbate al centro, Taurisano e Schena di banda e Sabatelli libero. Serrato testa nelle battute iniziali, poi le imperfezioni dei padroni di casa lasciano spazio al vantaggio ospite, tanto che mister Viva chiede il primo timeout sul 10 a 14, ricordando ai suoi che ci si sta giocando la salvezza. Lotito ha il braccio caldo (migliore dei suoi con 24 punti), anche l’Olimpia pecca però in alcuni frangenti permettendo così all’Orthogea di rimontare e porta in vantaggio nel finale grazie anche all’ingresso con ace di Angrisano, seguito dalla giocata di Schena che vale il 25 a 21 dell’1 a 0.

Nel secondo parziale accade tutto ed ilcontrario di tutto, l’Ostuni viaggia spedito sull’8 a 1, ma il Galatina non si intimidisce, con Buracci gladiatore nella rimonta e nell’ampio vantaggio di fine set, quando sulle macerie del morale dei suoi a pezzi, Viva prova a inserire Zonno in regia, Blasi in banda e Lenoci al centro. L’Olimpia fa 20 a 25 e centra il pari.

Lo shock subito si protrae nel terzo set, le maglie della difesa salentina si stringono su ogni pallone tirando su punti quasi già assegnati ai rivali. L’Orthogea continua a lottare pur con i suoi limiti e pareggia con puntualità, prima di cedere però al 23 a 25: Buracci non si prende, che sia in prima o seconda linea. Quando anche i padroni di casa completano un paio di azioni rocambolesche tutto cuore, il pubblico si scalda e ricomincia a spingere i gialloblu che nel quarto parziale conducono i giochi dopo un inizio difficile e, nonostante i tre set point annullati dal solito Buracci, Galdi rinvia il verdetto al tiebreak stampando su parquet il punto del 25 a 21.

Nel quinto set al cambio campo conduce Galatina 4 a 8, l’Orthogea però risponde per le rime e si avvicina complice anche il rosso sventolato alla panchina ospite che la riporta sul -1. Galdi annulla il primo match point, Schena esultava già per un ace assieme a tutto i palazzetto, in realtà Galatina la tira su e realizza il punto della nuova palla match. Taurisano sbuca a sorpresa dietro la finta di Galdi e tiene tutti sulle spine, ma negli scambi seguenti Buracci è una sentenza senza appello mentre Lotito va lungo, 15 a 17 e 2 a 3 salentino.

Magro bottino il punticino per un’Orthogea che va a corrente alternata e che non riesce a beneficiare nemmeno della spinta del numeroso pubblico casalingo. La vittoria ospite è meritata, andando oltre il risultato tuttavia equilibrato, e tralasciando le note difficoltà di formazione con atleti che si stanno sacrificando fuori ruolo, quella impartita dai salentini è stata una lezione di grinta, atteggiamento e determinazione. Quella che occorrerebbe per riuscire a salvarsi in questo campionato.

Tabellino

Pallavolo 2000 Orthogea Ostuni – Sbv Olimpia Galatina 2 a 3 (25-21/20-25/23-25/25-21/15-17)

Ostuni: Balestra 5, Sabatelli Lib. 77%, Angrisano 1, Galdi 12, Zonno, Lenoci 1, Taurisano 10, Lotito 24, Schena 11, L’abbate 13, D’Ignazio Lib., Blasi 1, Vinci. All. G.Viva; ass. R.Bianchi.

Galatina: Corsetti 8, Rossetti ne, Iaccarino 5, Lentini 12, Apollonio Lib. ne, Muccione 4, Calò, Pierri Lib. 57%, Persichino ne, Tundo ne, Petrosino 2, Buracci 37. All. Stomeo; ass. A.Bray

Arbitri dell’incontro:Mancini Giuseppe (primo arbitro), Martini Maurizio (secondo arbitro)

Note – Durata set 25’, 23’, 28’, 27’, 22’. Tot. 2 h 5’

Ostuni: muri vincenti 9, errori in battuta 17, ace 2, ricezione 66%, attacco 41%

Galatina: muri vincenti 10, errori in battuta 9, ace 5, ricezione 54%, attacco 41%

Lascia il tuo commento
commenti