La prima edizione

Teatro nel Parco archeologico di Santa Maria di Agnano

Dal 20 luglio al 17 agosto il festival "Teatro Madre". In programma 5 spettacoli per famiglie e 4 spettacoli per adulti per una rassegna che fonde teatro, narrazione, storia e natura

Spettacolo
Ostuni venerdì 13 luglio 2018
di La Redazione
Dal 20 luglio al 17 agosto il festival
Dal 20 luglio al 17 agosto il festival "Teatro Madre". In programma 5 spettacoli per famiglie e 4 spettacoli per adulti per una rassegna che fonde teatro, narrazione, storia e natura © n.c.

Estiste un posto appena fuori Ostuni dove riposa la madre più antica del mondo. È il Parco archeologico Santa Maria di Agnano, un luogo magico, protetto dagli ulivi secolari, che profuma di lavanda e mentuccia. In questo luogo-santuario c’è un anfiteatro di pietra che guarda il mare. Qui nasce la prima edizione di Teatro Madre, Festival di Teatro e Narrazione, organizzato da Armamaxa - Pagine Bianche Teatro - Residenza Teatrale di Ceglie Messapica e promosso dal Museo Civico e Parco Archeologico di Ostuni con il contributo del Comune di Ostuni.

«Il rito collettivo del Teatro per abitare un luogo, per diventarne parte. Non solo per “fare visita”, ma per “essere visitati per rinnovare l’invito a “stare” in quello straordinario luogo, a contemplarne la bellezza, a sentirne il fluire del tempo” – dicono Enrico Messina e Daria Paoletta, direttori artistici del Festival. Per questo il Museo sceglie di farlo abitare dal Teatro, rivolgendosi alla nostra realtà, offrendo ai visitatori-spettatori un’esperienza straordinaria: tuffati nella bellezza pura del paesaggio millenario degli uliveti, accanto alla grotta dove da 28.000 anni riposa la madre più antica del mondo, nel silenzio del tramonto, si potrà ascoltare ed essere parte di una storia immersa “nella” storia. Una scelta chiara per proporre un’alternativa delicata, leggera, quasi silenziosa, al dilagante frastuono del nostro tempo e (senza mai stancarci) continuare a costruire comunità».

Il programma del Festival, porterà in scena, dal 20 luglio al 17 agosto, nell’arena del Parco Archeologico di Santa Maria di Agnano, a Ostuni, 9 spettacoli teatrali “tout public”. Il festival, infatti, accoglie al suo interno, due sezioni: Il Posto delle Favole Al Parco, lo storico appuntamento di teatro per le famiglie organizzato da 10 anni da Armamaxa, che per l’occasione si sposta nell’Anfiteatro della Donna di Ostuni, con 5 spettacoli; e Teatro Al Parco, con 4 spettacoli dedicati al pubblico degli adulti.

Il programma
La prima edizione di Teatro Madre sarà aperta dal Posto delle Favole Al Parco e ospiterà i personaggi di 5 “grandi” Favole. La prima, Venerdì 20 luglio, alle 21 sarà Cenerentola della Compagnia Transadriatica Factory (dai 3 anni), la storia di un incontro, di un riscatto, di un ritrovarsi, di un capirsi anche con una lingua, quella della danza, che è fatta di parole che, per essere dette, non hanno bisogno della voce.

Venerdì 27 luglio, alle 21, sarà la volta de Il gatto con gli stivali del Teatro Verde di Roma (dai 3 anni): un carosello di personaggi e burattini, di musica e canzoni, di risate e avventure, in un ritmo crescente ed entusiasmante, per raccontare l’astuzia, il coraggio e la fantasia di un gatto i cui stivali magici nulla possono, però, senza l’aiuto del pubblico.

Venerdì 3 agosto, alle 21, ad accogliere gli spettatori sarà Cappuccetto Rosso della Compagnia Burambò (dai 3 anni): la fiaba forse più conosciuta dai bimbi di tutto il mondo raccontata dai burattini “in baracca” e popolata con sorpresa da simpaticissimi e sorprendenti personaggi di fantasia. Travolgente, divertente ed esilarante.

Saranno poi, Hansel e Gretel della Compagnia Crest (dai 5 anni) ad animare la serata di venerdì 10 agosto, h. 21: vincitore dello storico premio “L’Uccellino Azzurro”, lo spettacolo è sospeso tra realtà e favola, perché i bambini imparino a dare valore alle cose: la casa, il bosco della strega, il sentiero illuminato dai magici sassolini… tutto gira e si trasforma, per poi ritornare con una luce nuova, come il sole, ogni mattina.

Infine, a chiudere Il Posto delle Favole al Parco, venerdì 17 agosto, alle 21, sarà Robin Hood di Armamaxa teatro (dai 5 anni) con la storia del miglior arciere d’Inghilterra che si ribella alle ingiustizie dei potenti raccontata dai due attori/cantastorie con i modi un teatro “d’altri tempi” che si ritrovano essi stessi un po’ bambini impegnati ad arrampicarsi sugli alberi per sottrarsi alle ingiuste leggi dei grandi.

La rassegna per adulti, Teatro al Parco, prenderà il via Martedì 24 luglio, alle 21, con Croce e fisarmonica, il racconto dedicato a don Tonino Bello nel 25mo anniversario della sua partenza dal mondo. In scena Enrico Messina e Mirko Lodedo con la regia di Carlo Bruni per il racconto emozionante e nitido di un mito del nostro tempo: il Sud, la fede, l’impegno sociale, riformatore, pacifista sono le coordinate di un racconto percorso con la cadenza di una “ballata”.

Ancora seguendo il “mito”, mercoledì 1° agosto (alle 21), si viaggerà tra le acque del Golfo di Taranto e della Sicilia, con Icaro caduto, la nuova produzione di Pagine Bianche Teatro di e con Gaetano Colella e la regia di Enrico Messina. Lo spettacolo, in prosa e in versi, racconta con una grande interpretazione d’attore, una storia senza tempo, per uomini di ogni tempo: il complesso, delicato e meraviglioso rapporto che lega un figlio a un padre.

Mercoledì 8 agosto, alle 21, spazio alla straordinaria e simpaticissima Rita Pelusio (Pem Abitat Teatrali) con Eva, diario di una costola. Eva è un clown irriverente che, proiettandosi nella contemporaneità della donna di oggi, si trova alle prese, prima della storia, con la più grande scelta dell'umanità: accettare le regole o disubbidire.

Ancora una donna, infine, lunedì 13 agosto, alle 21, per della propria vita. E della propria famiglia. l’ultimo spettacolo della rassegna per adulti, tratto dall’omonimo breve romanzo di Irène Némirovsky: eccezionale narratrice, Daria Paoletta (Compagnia Burambò) ci trasporterà nell’attesa de Il ballo, ad indagare il ritratto impietoso e comico, tragico eppure commosso, di un mondo in cui molto difficilmente lo spettatore non riconoscerà tracce.

Visite guidate gratuite e promozioni per gli spettatori
Quando la magia del teatro si unisce alla bellezza della natura e al fascino della storia non possono che fiorire delle piccole meraviglie: da qui la promozione che permette a tutti coloro che acquisteranno un biglietto di uno degli spettacoli del Festival Teatro Madre di usufruire, prima dell’inizio dello spettacolo (alle 20) della visita guidata curata dal Sac La Via Traiana all’interno del Parco Archeologico di Santa Maria di Agnano.

Per tutti gli spettacoli per adulti è previsto un servizio di Baby Sitting gratuito, con fiabe e racconti a cura di Maria Assunta Salvatore.

Informazioni
Il costo del biglietto degli spettacoli per famiglie – rassegna Il posto delle Favole al Parco – è di 5 euro; per tutta la rassegna è attiva la promozione Benvenuti Nonni: per ogni bambino che viene a teatro, un nonno non paga.

Il costo degli spettacoli per adulti – rassegna Teatro al Parco – è di 10 euro. Riduzione a 8 euro per i ragazzi fino a 24 anni o ultra 65enni.

Dove acquistare i biglietti del Festival Teatro Madre: sul circuito vivaticket.it e in tutti i rivenditori autorizzati; nell'Infopoint di Ostuni, in corso Mazzini 8 (tutti i giorni, 10 - 23); al botteghino del Museo Civico di Ostuni, in via Cattedrale 15 (tutti i giorni, 10 – 13; 18 – 22); direttamente al botteghino del Parco Archeologico di Santa Maria di Agnano, dalle 19 del giorno dello spettacolo.

Informazioni: al numero 389 2656069.

Lascia il tuo commento
commenti