Campionato di Promozione

ASD Ostuni 1945 batte il Salento Football 2 – 0 e torna a vincere in casa

Grande giornata per i gialloblu che si allontanano dal Tricase, capitolata in casa del Mesagne, avvicinando il Brindisi, fermata dal pareggio a sorpresa nel posticipo in casa con il Massafra

Calcio
Ostuni lunedì 05 marzo 2018
di Domenico Triarico
ASD Ostuni 1945 batte il Salento Football 2 – 0 e torna a vincere in casa
ASD Ostuni 1945 batte il Salento Football 2 – 0 e torna a vincere in casa © OstuniLive.it

In un campionato bello come non mai, Ostuni è chiamato a vincere nella gara interna contro il Salento Football per ridare continuità ad un rendimento ultimamente piuttosto altalenante e per tornare alla vittoria casalinga che manca dal match contro il Carovigno del 21 gennaio. Ciraci si vede costretto a rinunciare a Forbes, espulso nella gara contro il Sava, e a Danese che, sempre contro i tarantini, ha rimediato una distorsione alla caviglia.

Prima dell’inizio della partita, il minuto di silenzio in onore di Davide Astori, capitano della Fiorentina deceduto in mattinata ad Udine nella sua camera di Hotel in seguito, probabilmente, ad un arresto cardiocircolatorio avvenuto nel sonno. Tutto il calcio italiano, professionistico e dilettantistico, si stringe attorno alla famiglia del defunto calciatore, alla società e ai tifosi viola. Oggi abbiamo perso uno dei migliori esempi di lealtà, correttezza e sportività che il nostro movimento aveva da offrire. Le assenze si fanno sentire, soprattutto nella prima frazione. La prima occasione capita sui piedi del numero 9 salentino Carlà il cui tiro a giro dalla sinistra viene prontamente respinto da Loscalzo.

Ostuni prova a rispondere con Parisi che conclude di prima e spedisce la palla al lato. Al 23’ Petruzzella cerca di battere a rete su corner di Colluto ma colpisce male in spaccata. Per il resto è un Ostuni confusionario e poco concludente, che deve vedersela con un Salento in realtà mai troppo pericoloso ma che, tuttavia, amministra bene il gioco interpretando la partita nella maniera più corretta. Ostuni rientra in campo con un piglio sensibilmente più propositivo. I gialloblu si rendono ancora pericolosi su calcio d’angolo, questa volta con Pace, la cui conclusione di testa finisce di poco fuori. Se la vede brutta, Ostuni, al 67’ quando Loscalzo sbaglia un facile rinvio, consegnando la palla a De Benedictis che, fortunatamente per i gialloblu, tira addosso all’estremo difensore classe 2000. Continua il momento no del portiere gialloblu, autore di un’altra prestazione che dimostra poca sicurezza. La partita si fa man mano sempre più fallosa, nervosa e bloccata, con il direttore di gara, Laforgia di Bari, costretto più volte a estrarre il cartellino giallo. Ma la palla è sempre rotonda e in qualsiasi momento può succedere l’inaspettato.

Al 76’ Colluto si appresta a battere una punizione dalla destra e la sua traiettoria viene deviata da uno sciagurato intervento in spaccata del numero 18 avversario Quarta, che beffa Di Giacomo a cui non resta che vedere impotente il pallone adagiarsi in rete alle sue spalle. Il vantaggio gialloblu dà la carica e i ragazzi di Ciraci fanno il bis allo scadere, quando Mattia Miccoli scende sulla destra con un passo infermabile e, arrivato sul fondo, serve un pallone d’oro in area a Gennari che con un precisissimo diagonale permette ai suoi di chiudere i conti. È una giornata munifica per l’Ostuni, che con questo successo allunga sul Tricase, capitolata in casa del Mesagne, e si riavvicina al Brindisi, fermata sul pareggio a sorpresa nel posticipo in casa con il Massafra, fanalino di coda della classifica. Vittoria faticosa quella dell’Ostuni, ma estremamente importante, soprattutto in virtù delle pesantissime assenze che potevano seriamente compromettere l’andamento della gara. Il campionato, però, è ancora lungo e la trasferta di Racale di domenica prossima può seriamente configurarsi come uno svincolo cruciale per le sorti del campionato.

Lascia il tuo commento
commenti