Vittoria schiacciante

L’Ostuni piega il Brindisi 3 a 1, il derby è gialloblu

La terza vittoria consecutiva tra le mura amiche del Comunale porta le firme di Petruzzella, Danese e Gennari

Calcio
Ostuni lunedì 02 ottobre 2017
di Domenico Triarico
L’Ostuni piega il Brindisi 3 a 1, il derby è gialloblu
L’Ostuni piega il Brindisi 3 a 1, il derby è gialloblu © OstuniLive.it

Il decimo mese dell’anno inizia con un bel 10 e lode. Ostuni e Brindisi si affrontano per la quarta giornata del girone B del campionato di Promozione. La vigilia della gara vede due squadre imbattute con i biancazzurri a punteggio pieno in testa alla classifica, in grande spolvero, e i gialloblu reduci da due vittorie consecutive dopo il pari della prima giornata contro Lizzano.

La partita è sentita e vede un Comunale già colmo a un’ora dal fischio d’inizio, peraltro con una significativa rappresentanza brindisina nel settore ospiti. Il primo brivido arriva con una punizione dai 25 metri, battuta da Gennari, che si spegne di poco a lato. E’ una partita ruvida, fallosa con i nervi che saltano sin dalle prime battute e lo si vede quando al 17’ il centrocampista brindisino Iaia entra con il piede a martello sulla tibia di Pace. Il direttore di gara estrae il cartellino rosso, non senza recriminazioni, da parte dei biancazzurri.

Gli ospiti provano a reagire al 20’ quando, sugli sviluppi di un corner di Di Giorgio di testa, l’azione si conclude di poco alla destra di Loscalzo. Dieci minuti più tardi ci riprova Brindisi con Iunco che si destreggia abilmente in area di rigore, ma trova un attento Loscalzo che risponde prontamente alla sua conclusione. Proprio nel momento migliore per il Brindisi, capace di proporre un calcio ordinato e fluido anche con un uomo in meno, arriva il vantaggio gialloblu. A colpire è ancora l’asse Gennari-Petruzzella, con il numero 10 che da calcio d’angolo va a pescare il capitano ostunese abilissimo con una torsione da vero centravanti a trovare la sua quarta gioia stagionale e l’1-0.

La risposta brindisina non si fa attendere. È infatti il 35’ quando Procida supera Narracci, viene atterrato in area in seguito a un grande dribbling, conquistandosi il conseguente rigore. Dagli undici metri si presenta Scarcella che non sbaglia e riequilibra le sorti di un incontro. Nessun’altra emozione da segnalare, si va negli spogliatoi sul risultato di 1-1, con due difese molto attente, con Forbes leader tra le fila gialloblu, perfettamente adattato a difensore centrale. Nella ripresa è il neo arrivato Colluto a suonare la carica al 53’, innescato bene da Gennari che batte rapidamente una punizione, si trova a tu per tu con l’ex portiere gialloblu Quartulli ma non ha la freddezza necessaria e conclude alto fuori misura. La parte centrale del secondo tempo si dimostra priva di spettacolo e piena di interventi fallosi, con l’arbitro che è costretto a sanzionare ben tre giocatori del Brindisi.

L’andazzo dell’incontro farebbe pensare a un pareggio che non dispiacerebbe a nessuna delle due formazioni, ma il calcio si ribella dimostrandosi per l’ennesima volta imprevedibile ed imperscrutabile. Al 74’ Gennari fa partire uno spiovente dalla trequarti a cercare il solito Petruzzella che di testa fa sponda a Danese, accorso dalle retrovie, che davanti a Quartulli non perdona. E’ la terza gioia personale per il difensore gialloblu che, dopo essere stato decisivo due volte contro Ugento, si ripete ancora una volta. Nota dolente è l’acciacco fisico rimediato in seguito ad un fallo subito da capitan Petruzzella, che lascia il campo zoppicante, tra gli applausi del pubblico a Schiavone. Dalla stessa punizione Gennari fa partire un traversone a cercare Colluto che di testa colpisce la parte superiore della traversa, la palla spiove in area e Danese, pronto a colpire di testa, viene atterrato irregolarmente. E’ calcio di rigore. A batterlo è Gennari che non manca l’appuntamento con la terza rete stagionale al termine di una prestazione eccelsa. Brindisi prova a manovrare il gioco ma l’Ostuni, grazie anche e forse alle fresche entrate, riesce a “tener botta”, rabbrividendo solo quando Procida dalla destra colpisce il palo esterno a tre minuti dal termine. Finisce qui. Ostuni porta a casa il terzo successo di fila, allungando la propria striscia di imbattibilità e dando sempre più segnali positivi, uno su tutti veste il numero 10 e porta il nome di Pietro Gennari, trascinatore dei gialloblu, che possono così andare a Maglie forti di tre punti in più.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette