Scenario futuro

Salva la società “Ostuni 1945” grazie alla mediazione del Sindaco Coppola

Il primo cittadino ha giocato un ruolo da intermediario nella controversia tra la società e mister Carbonella, che ha deciso di rinunciare al suo credito e ha individuato una cordata di imprenditori interessati all’acquisto

Calcio
Ostuni domenica 30 luglio 2017
di La Redazione
Salva la società “Ostuni 1945” grazie alla mediazione del Sindaco Coppola
Salva la società “Ostuni 1945” grazie alla mediazione del Sindaco Coppola © OstuniLive.it

Con ogni probabilità l’ASD 1945 Ostuni Sport riuscirà entro il prossimo 2 agosto a iscriversi al nuovo Campionato di Promozione. Quella che sembrava un’ipotesi naufragata si è resa reale grazie al lavoro di mediazione svolto dal Sindaco Coppola, che ha preso in mano la situazione qualche giorno fa. In una nota stampa diffusa ieri, Coppola spiega le motivazioni che lo hanno spinto ad adoperarsi per fare in modo che la squadra possa continuare nel proprio percorso agonistico.

«Ho ricevuto ieri dal Presidente dimissionario Antonio Molentino il verbale delle dimissioni dei suoi soci – spiega Gianfranco Coppolae ho ascoltato le difficoltà palesate dall’avv. Molentino, comprendendole. Pur essendo dell’idea che un’amministrazione debba tenersi fuori dalla gestione di qualsiasi società sportiva, ho ritenuto opportuno fare da intermediario per risolvere il problema più grosso, riguardante il credito vantato dal Mister Carbonella. Nel pomeriggio ho convocato lo stesso, chiedendogli di recedere con una liberatoria da credito vantato e di immaginare un percorso che consentisse l’iscrizione della squadra nella data prevista.

Carbonella si è reso completamente disponibile, indicando una soluzione che vede coinvolti alcuni noti imprenditori della Città bianca, interessati a risollevare le sorti della squadra. Ritengo pertanto esaurita la mia azione e nel contempo assicuro un intervento di verifica da parte del mio Ufficio Tecnico circa le condizioni infrastrutturali dello stadio comunale».

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette