Aspettando il campionato

Cestistica Ostuni mette a segno il primo colpo della stagione acquistando Simone Baraschi

E' Simone Baraschi, playmaker laziale, il primo acquisto della nuova stagione per la squadra di basket gialloblù

Basket
Ostuni domenica 16 luglio 2017
di La Redazione
Simone Baraschi
Simone Baraschi © Cestista Ostuni

La Cestistica Ostuni comunica con soddisfazione di aver raggiunto un accordo per la prossima stagione con il giocatore Simone Baraschi, playmaker classe 1992, proveniente dalla Virtus Basket Aprilia, che milita nella Serie C Gold del Lazio. Nato ad Anzio e cresciuto nelle fila della SMG Latina, Simone ha militato per diversi anni nel capoluogo pontino, raggiungendo ottimi risultati a livello giovanile, tra cui tre campionati di eccellenza vinti e due finali conquistate. A 17 anni, proprio a Latina, ha esordito nell'allora Serie C Regionale. Due anni fa il passaggio ad Aprilia, in C Gold: nella prima stagione una tranquilla salvezza, nella seconda la qualificazione ai playoff con l'eliminazione in tre partite ad opera del Civitavecchia.

Statura da playmaker (1,80), ottimo tiratore da tre punti, il primo acquisto della Cestistica Ostuni 2017/18 arriva nella Città bianca con grandi motivazioni ed entusiasmo: "Ho sempre sentito parlare di Ostuni, come città e come piazza, grazie soprattutto a Donato Avenia che conosco e ho sempre seguito per ciò che ho fatto - le sue prime parole da giocatore ostunese - Appena ho sentito della proposta della Cestistica, grazie al mio procuratore non ho esitato un attimo ad accettare: ho tanta voglia di far bene in gialloblù".

Negli ultimi due anni, ad Aprilia, Simone ha collezionato ottime cifre: nella scorsa stagione, agli oltre 11 punti a gara ha aggiunto anche quasi 4 rimbalzi, 2 recuperi e il 45% dal campo. "Nel mio ruolo- continua Baraschi- sono un giocatore completo, veloce e con un ottimo ‘ball handling’: ho alte percentuali da 3, amo battere in crossover il difensore per poi scaricare all'uomo sul perimetro o al lungo in area, o concludere con un terzo tempo o un arresto e tiro, su cui ho lavorato molto col mio allenatore ad Aprilia. Amo trascinare la squadra, sono altruista e lotto sempre fino all'ultimo secondo: i miei compagni mi hanno spesso affidato il tiro decisivo, per via della mia freddezza".

In C Gold nel Lazio Simone ha conosciuto, da avversari, due ex della Cestistica Ostuni, Tommaso Rossetti (in maglia Assi nel 2009/10) e Arik Smith. "Due grandi giocatori, contro cui ho avuto la fortuna di giocare. Ho grandi ambizioni e motivazioni, voglio raggiungere tutti i traguardi e gli obiettivi che la società si è imposta: giocare in una piazza come questa sarà per me una grande esperienza di crescita personale", conclude. "Vorrei ringraziare il mio procuratore, Antonio Ruggiero, e la sua agenzia R&B per avermi dato questa opportunità: ma soprattutto vorrei ringraziare una grande persona che mi è stata vicina e mi ha sempre consigliato nel mio percorso di crescita, Mario Cardella, un grande giocatore laziale che, per via dell'età, ora gioca in categorie minori".

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette