Ottimo esordio

La Lega Navale Ostuni conquista il secondo posto al Campionato di Vela J24

Ottima prova d'esordio quella dei cinque soci della sezione Lega Navale ostunese che, domenica scorsa a Taranto, hanno conquistato il secondo posto sul podio nella regata di apertura del Campionato Zonale Vela J24

Altri Sport
Ostuni martedì 17 ottobre 2017
di La Redazione
La Lega Navale Ostuni conquista il secondo posto al Campionato di Vela J24
La Lega Navale Ostuni conquista il secondo posto al Campionato di Vela J24 © Lega Navale Ostuni

La Lega Navale di Ostuni conquista il secondo posto nella regata di apertura del Campionato Zonale Vela J24 che si è tenuto Taranto domenica scorsa, 15 ottobre.

Da anni la J24 è la più accorsata delle derive da competizione; si tratta di una barca a vela, lunga appena sei metri, dalla linea snella ed ultraleggera, che schizza sull’acqua a colpi di spy. Quella di domenica è stata la gara di esordio della Lega Navale in questo tpo di competzione che, insieme al Campionato Invernale e alla “Coppa Italia”, si disputa a Taranto presso il Circolo velico Onda Buena. Almeno una ventina gli equipaggi partecipanti e tra loro, alla sua prima esperienza, quello tutto ostunese dei soci della locale Sezione della Lega.

A bordo di “Piccolo Diavolo” – questo il nome del J24 firmato L.N.I. Ostuni – e sotto la prudente guida del comandante Ferdinando Capobianco, armatore e timoniere della barca, Mariano Antelmi, Nicola Farina, Paola Verardi e Andrea Pannofino Bagnardi, che hanno battagliato con una manciata di vento e mare piatto per girare la boa e tagliare tra i primi il traguardo di due prove su tre, l’ultima soppressa per assenza di vento.

Condizioni critiche dunque per la barca e per gli equipaggi che hanno dovuto faticare per mantenere velocità e spy gonfio, ma “Piccolo Diavolo” se l’è cavata egregiamente e ha superato l’esame, con grande soddisfazione del presidente Agostino Carparelli e di tutto il Consiglio Direttivo di Sezione.

Un progetto nuovo e importante quello del J24, fortemente voluto dalla Sezione, ma che non si sarebbe potuto realizzare senza il prezioso contributo offerto anche dai soci non velisti. Alcuni di loro hanno deciso di sponsorizzarlo mettendo a disposizione le loro attività: il cantiere “Star Nautica” di Marco Orlandino si è occupato dei lavori di pulizia e manutenzione della barca fino al trasferimento a Taranto, mentre l’oreficeria “Arte D’oro Gioielli” di Angelo Ghionda, ha partecipato all’acquisto di un nuovo spy.


Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette