Tour a Cinque Stelle

Difendere il territorio: cittadini in spiaggia questa mattina con “Giù le mani dal nostro mare"

Si terrà a partire dalle ore 10 presso la spiaggia del Pilone, luogo simbolo del conflitto ambientale che affligge la Città bianca, la manifestazione contro lo sfruttamento delle risorse fossili in mare

Politica
Ostuni domenica 13 agosto 2017
di La Redazione
Difendere il territorio: cittadini in spiaggia questa mattina con “Giù le mani dal nostro mare"
Difendere il territorio: cittadini in spiaggia questa mattina con “Giù le mani dal nostro mare" © Cinque Stelle per Ostuni

Fa tappa anche nella Città bianca la manifestazione nazionale indetta ogni anno dal Movimento Cinque Stelle, che mira a difendere il paesaggio costiero e tutelare il patrimonio marino italiano. Sono oltre trenta le tappe, da giugno ad agosto, che per il quarto anno consecutivo sono state individuate lungo tutta la Penisola. Oggi, domenica 13 agosto, quella ostunese si svolgerà dalle ore 10 alle 13 presso la spiaggia del Pilone, diventata luogo simbolo della protesta ambientale cittadina, contro la collocazione della vasca di sollevamento dei reflui.

Ogni tappa rappresenta l'occasione per tornare a informare e a sensibilizzare i cittadini riguardo alle tematiche della difesa del territorio e del nostro patrimonio marino, attraverso agorà pubbliche e manifestazioni cittadine.

Gli attivisti ostunesi del gruppo “Cinque Stelle per Ostuni”, che hanno fortemente voluto la manifestazione nel nostro territorio, si augurano che i cittadini si informino e partecipino all’iniziativa, ritenendo fondamentale cambiare quanto prima il modello di sviluppo energetico italiano, che non deve essere più basato sulle fonti fossili, altamente inquinanti, ma deve puntare sempre più sull'energia solare che è diffusa, disponibile per tutti è può evitare il rischio di disastri ambientali.

La manifestazione è aperta a tutti i cittadini che amano la natura e il mare, l’obiettivo quello di sensibilizzare la politica affinché protegga e salvaguardi il bene più prezioso che abbiamo.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette