La rassegna

​Gianluca Nicoletti oggi a Ostuni

Il giornalista e massmediologo presenterà il suo libro "Io, figlio di mio figlio". Appuntamento all’Hotel Ostuni Palace per Librinfaccia

Cultura
Ostuni sabato 14 luglio 2018
di La Redazione
Gianluca Nicoletti
Gianluca Nicoletti © n.c.

Gianluca Nicoletti, massmediologo, precursore dell’avvento del digitale in Rai, giornalista di Radio 24. Come suo figlio Tommy, anche Gianluca è autistico. Da qui l'idea di scrivere un libro e di intitolarlo per l'appunto Io, figlio di mio figlio (ed. Libri Mondadori).

L'autore sarà oggi a Ostuni, alle 19, all’Hotel Ostuni Palace (corso Vittorio Emanuele II 218), al terzo appuntamento estivo di Librinfaccia. Dialogherà con Rossella Calabrese (Giunti Psychometrics).

L'organizzazione assicura la diretta sui propri social.

Il libro
Nicoletti sull’autismo scrive da tempo, ma questa volta lo fa da un punto di vista incredibilmente intimo e personale. Si rifiuta di farsi portavoce sindacale di quei genitori, non è né vuole essere il loro capo-branco.

La sua è una pura e semplice testimonianza, pur con tutto il peso che inevitabilmente gli verrà affibbiato dal suo prestigio e con tutte le critiche che prevedibilmente gli pioveranno addosso. Ma tant’è, come lui stesso afferma ha smesso di preoccuparsi di ciò che la gente pensa di lui. Proprio come Tommy.

La sua consueta ironia, pungente e provocatoria, non manca, ma fa da cornice alla domanda drammatica con cui ogni genitore di figli “sbarellati” è costretta a fare i conti ogni giorno: “cosa ne sarà di loro quando noi non ci saremo più?”.

La rassegna
Librinfaccia. Un evidente gioco di parole che prende spunto dalla traduzione letterale del più famoso social network del mondo per ridare vita e diffusione al libro. E soprattutto il suo nome allude dichiaratamente al metterci la faccia, metterci impegno, e passione. Librinfaccia da oltre quattro anni seleziona e presenta libri che si articolano attorno alla cucina, ai giovani, alla politica, ai vizi e alle virtù del paese.

Lascia il tuo commento
commenti