Promozione del patrimonio culturale

Il Museo di Ostuni in vetrina al Salone dell'Archeologia "TourismA" 2018 a Firenze

Da venerdì 16 a domenica 18, il Museo delle Civiltà Preclassiche della Murgia Meridionale parteciperà al Salone in programma a Firenze, dove verranno illustrate le nuove scoperte emerse dai recenti scavi a Santa Maria d'Agnano

Cultura
Ostuni giovedì 15 febbraio 2018
di La Redazione
Il Museo di Ostuni in vetrina al Salone dell'Archeologia
Il Museo di Ostuni in vetrina al Salone dell'Archeologia "TourismA" 2018 a Firenze © web

La Città bianca continua a promuovere le sue meraviglie.

A partire da domani, venerdì 16 fino a domenica 18 febbraio, il Museo delle Civiltà Preclassiche della Murgia Meridionale parteciperà a Firenze alla quarta edizione di TourismA, il Salone dell’Archeologia e del Turismo Culturale, che si svolgerà presso il Palazzo dei Congressi del capoluogo toscano.

Il Museo ostunese sarà presente con uno spazio espositivo nel quale sarà possibile raccogliere informazioni turistiche, ma anche specialistiche, grazie alla costante presenza di due archeologi che hanno preso parte. alle ultime campagne scavo presso il sito di Santa Maria di Agnano. Inoltre, durante il Convegno Nazionale di Archeologia, che si terrà sabato 17 febbraio verranno illustrate da Donato Coppola, direttore scientifico del Museo e paletnologo, le nuove scoperte emerse dai recenti scavi a Santa Maria d’Agnano. Al convegno prenderà parte anche il presidente dell’Istituzione Museo, Michele Conte.

L’edizione 2018 di TourismA vede la partecipazione di circa cento espositori provenienti da Malta, Cipro, Turchia, Maghreb e molti altri Paesi, ognuno impegnato nel proporre itinerari archeologici ad un pubblico desideroso di vivere il passato in funzione del presente.

Tema di fondo del Salone saranno le nuove proposte del turismo culturale dove l’Italia, il Mediterraneo e l’Europa giocano da protagonisti, con parchi, aree monumentali e musei in primo piano. Un’attenzione particolare nel corso di questa edizione verrà riservata al ‘Turismo Lento’ (Slow Turism), che rappresenta un nuovo tipo di approccio all’idea di vacanza, permettendo di godersi lentamente spazi e luoghi.

L’offerta culturale della manifestazione sarà arricchita dalla presenza di convegni tenuti da relatori italiani e internazionali. che toccheranno tematiche come il rapporto fra arte e potere, il mondo degli Etruschi o le attività archeologiche italiane all’estero. Anche quest’anno l’ospite d’onore di TourismA sarà Alberto Angela, ma notevole è la lista delle personalità della cultura che saranno presenti: Philippe Daverio, il direttore degli Uffizi Eike Schmidt, il soprintendente ai Beni Archeologici, Belle Arti e Paesaggio di Firenze Andrea Pessina, Luciano Canfora, il presidente del FAI Andrea Carandini, il soprintendente speciale per i beni archeologici di Pompei Massimo Osanna, il Premio “Balzan” Mario Torelli.

Come ogni anno, un’attenzione speciale verrà riservata ai più piccoli, con appositi spazi dedicati a scuole e famiglie con laboratori didattici in cui scoprire i segreti dell’arte e della cultura dei popoli antichi.



Lascia il tuo commento
commenti