XXVIII Edizione

Il Premio Nazionale di Lettere e Arti Città Viva celebra i vincitori della XXVIII Edizione

Grande partecipazione per l’attesa e apprezzata iniziativa culturale che da ventotto anni promuove la produzione e la divulgazione dell’arte poetica, narrativa, pittorica e cinematografica locale e nazionale

Cultura
Ostuni domenica 26 novembre 2017
di Paola Loparco
Il Premio Nazionale di Lettere e Arti Città Viva celebra i vincitori della XXVIII Edizione
Il Premio Nazionale di Lettere e Arti Città Viva celebra i vincitori della XXVIII Edizione © OstuniLive.it

Si è tenuta ieri sera, nella consueta e accogliente sala delle cerimonie del Santuario Madonna della Nova, la ventottesima edizione del Premio Nazionale di Lettere e Arti Città Viva, organizzato dall'omonima associazione culturale e promosso dal rag. Domenico Palmieri, granitica colonna portante dell'iniziativa. Assume una connotazione internazionale l’ultima edizione del Premio, grazie alla scrittrice e poetessa di origini boliviane, diventata cittadina svizzera, Norah Zapata-Prill, che ha ricoperto quest’anno il ruolo di Presidente Onorario del Premio.

La sagace e disinvolta conduzione di Gianmichele Pavone, avvocato del Foro di Brindisi e giornalista, ha brillantemente accompagnato il pubblico tra le opere vincitrici di quest’ultima edizione. Insignito tre anni fa della Medaglia del Presidente della Repubblica, il Premio si conferma capace di richiamare una larga ed eterogenea partecipazione, sia sul territorio locale, che nazionale.

Dopo il saluto del Presidente della associazione culturale Città Viva, la dott.ssa Mary Sibilio, l'intervento del Segretario, l'avv. Carmen Anglani e del Presidente Onorario del Premio, si è svolta la cerimonia che ha visto protagonisti i vincitori delle sei sezioni di concorso. «Sono felice e onorata di essere parte di questa splendida unione – dichiara Norah Zapata-Prill, aiutata nella traduzione dallo spagnolo dalla dott.ssa Ginevra Viesti – che è prova di quanto la poesia riesca a mettere insieme le persone. Perché in ognuno di noi c’è un poeta e ciascuno di noi dovrebbe poter essere in grado di lasciarlo esprimere liberamente».

Prima classificata con la "Poesia singola, in lingua italiana a tema libero" è Maria Grazia Pispico da Guagnano (LE), con "Notte d’Estate"; secondo classificato: Adriano Scandalitta di Mortara (PV) con "Cantare la Vita ; terzo classificato: Maria Teresa D’Amico di Ostuni con "A casa". La menzione speciale della Giuria è andata a Mario Capucci di Lugo (RA) con “Di scritti e di parole”.

La sezione "Poesia singola, in vernacolo, a tema libero" è stata vinta da: Apollonia Angiulli di Fasano con "Nu figghie speciale"; Mario Capucci da Lugo (RA) con “Alzier com na paraia cla bat l’ala”; Rocco Putignano di Ostuni con "Parla cumme t’à ffatte mameta". La menzione speciale per questa sezione è riconosciuta all’ostunese Rosario Santoro con "Scettigghje".

La sezione “Narrativa, in lingua italiana, a tema libero” è stata vinta da: Angelo Giuseppe Ettorre di Grottaglie con “Ci ricorderemo di questo giorno”; Maria Teresa D’Amico di Ostuni con “Fotogrammi”.

La sezione dedicata ai ragazzi “Poesia singola, in lingua italiana o in vernacolo, a tema libero”, è stata vinta da: Luisa Di Pietra da Caltanissetta con “Il viaggio di una poesia”; Federica Fasciana di Caltanissetta con “A occhi bendati”; Manuel Alfonso Marcelli di Caltanissetta con “Coraggio e paura”. Due le menzioni speciali della Giuria per questa sezione, andate a: Francesco Sisto di Ostuni con “Michelangelo in rima” e Giovanni Flumini di Ostuni con “Sul rettangolo rosso”.

Non sono pervenute opere per la sezione “Cortometraggio ragazzi e giovani”, mentre il primo posto assoluto della sesta e ultima sezione “Cortometraggio adulti” è stato conferito a Elvio Angeletti da Senigallia (AN), con l’opera “Sei donna”. Il cortometraggio rappresenta un messaggio di solidarietà nei confronti di tutte le donne oggetto di violenza fisica e psicologica e un invito alla denuncia, al diritto di vivere liberamente la propria identità di donna. Il caso ha voluto che il Premio Città Viva si tenesse quest’anno proprio nella Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, coincidenza che ha reso ancora più significativa e suggestiva la visione dell’opera, di cui hanno parlato autore e regista, presenti alla cerimonia.

La giuria che ha esaminato e premiato le opere in concorso è stata composta dalla Proff.ssa Elena Narracci, dalla Dirigente scolastica Maria Mingolla e dal dott. Francesco Pecere. La serata è stata allietata dall’intervento musicale e canoro del soprano Marta Nigro, del tenore Gianpiero Ruffano e del pianista e direttore d’orchestra Ettore Papadia.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette