XVIII Edizione

Torna il Premio Nazionale Città Viva: sabato 25 novembre la cerimonia che celebra i vincitori

Si svolgerà nella consueta cornice del Centro di Spiritualità “Madonna della Nova”, la XVIII edizione del Premio Nazionale “Città Viva”, ideato dall’omonima Associazione ostunese, che instancabilmente porta avanti il progetto

Cultura
Ostuni mercoledì 22 novembre 2017
di La Redazione
Torna il Premio Nazionale Città Viva: sabato 25 novembre la cerimonia che celebra i vincitori
Torna il Premio Nazionale Città Viva: sabato 25 novembre la cerimonia che celebra i vincitori © OstuniLive.it

È la scrittrice e poetessa boliviana Norah Zapata-Prill a ricoprire quest’anno il ruolo di Presidente Onorario del Premio Nazionale di Lettere e Arti “Città Viva”, giunto alla ventottesima edizione. L'Associazione Culturale "Città Viva" invita la cittadinanza alla premiazione dei vincitori che si terrà il prossimo sabato 25 novembre alle 18 presso il Centro di Spiritualità “Madonna della Nova”.

Accanto al consueto parterre di rappresentanti istituzionali e illustri personalità della scena culturale locale e nazionale, saranno parte attiva nello svolgimento della cerimonia il soprano Marta Nigro, il tenore Gianpiero Ruffano e il pianista e direttore d’orchestra Ettore Papadia. La serata sarà condotta dal brillante avvocato e giornalista ostunese Gianmichele Pavone.

Insignito tre anni fa della Medaglia del Presidente della Repubblica, il Premio è sempre più capace di attrarre una larga ed eterogenea partecipazione, sia sul territorio comunale che nazionale, confermandosi quale roccaforte della cultura, un luogo sospeso in cui l'amore per la bellezza resiste e verso il quale convergono gli amanti della poesia, della letteratura, dell'arte pittorica e cinematografica.

Norah Zapata-Prill, poetessa boliviana ma naturalizzata svizzera, prima studentessa in medicina, poi laureata in Lingua e letteratura castigliana, si dedica alla poesia dall’età di vent’anni. Nel 1973 e nel 1977 si aggiudica il prestigioso "Gran Premio Nazionale Franz Tamayo". A seguito delle alterne vicende politiche del suo paese, si trasferisce in Svizzera nel 1978 e dal 1993 dirige uno stabilimento geriatrico. Norah è co-fondatrice e direttrice a Losanna della "Fondazione Donatella Mauri", che si occupa di anziani che soffrono di demenza e corrispondente dell’“Academia Boliviana de la Lengua”.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette