Il bilancio

Campagne al setaccio

​Continuano le verifiche dei Carabinieri del Comando provinciale di Brindisi​

Cronaca
Ostuni domenica 12 agosto 2018
di La Redazione
Controlli dei Carabinieri
Controlli dei Carabinieri © n.c.

Continuano le verifiche dei Carabinieri del Comando provinciale di Brindisi sulle aziende del comparto agricolo, nonché sulla posizione dei braccianti, attività iniziata nello scorso mese di luglio. I recentissimi luttuosi fatti di cronaca avvenuti nella provincia di Foggia, con il decesso di 16 braccianti a seguito di sinistri stradali, hanno prepotentemente riportato alla ribalta il fenomeno mai sopito dell’intermediazione illecita di manodopera e di sfruttamento del lavoro nelle aree rurali pugliesi.

In tale ottica è scaturita l’esigenza di intensificare l’azione di vigilanza e di controllo nelle campagne, congiuntamente ai reparti speciali, i militari del Nucleo ispettorato del lavoro dell’Arma, quale azione di verifica sul territorio battendo sia i principali assi stradali, sia i tratturi periferici.

L’operazione è stata dispiegata nell’ambito delle compagnie di Brindisi, San Vito dei Normanni, Francavilla Fontana e Fasano, nelle giornate del 9 e 10 agosto, con particolare riferimento alle primissime ore del mattino con un servizio straordinario di controllo del territorio ad alto impatto negli orari in cui si incentra il traffico in entrata e in uscita dalle aziende agricole.

Uno degli obiettivi perseguiti è stata la sicurezza stradale e degli automezzi utilizzati negli spostamenti. I controlli hanno riguardato il numero delle persone trasportate su ciascun mezzo, l’efficienza e la manutenzione dei veicoli, compresa la verifica della loro periodica revisione ed ancora nello specifico l’usura dei pneumatici, il funzionamento delle luci e del sistema frenante, e la copertura assicurativa.

L’attività, nel suo complesso, ha permesso di procedere al controllo di 642 braccianti risultati regolarmente assunti e 267 mezzi di trasporto. Sono state elevate 97 contravvenzioni al Codice della strada per un totale di 15.160 euro; sequestrati 2 veicoli sprovvisti della copertura assicurativa da oltre un anno; elevate 24 sanzioni amministrative nei riguardi di imprenditori del settore agricolo, per l’importo di 50.000 euro, per accertate violazioni in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro.

Tre cittadini extracomunitari originari di Afghanistan, Burkina Faso e Mali sono stati denunciati in stato di libertà per violazione degli obblighi inerenti il soggiorno. Nel corso del controllo non hanno esibito i documenti, di cui erano momentaneamente sprovvisti: i successivi accertamenti hanno comunque comprovato il possesso del permesso di soggiorno in corso di validità.

Lascia il tuo commento
commenti