Scoperta dei Forestali

Combustione illecita di rifiuti: denunciato l'amministratore di una struttura ricettiva

I Forestali della Compagnia di Ostuni hanno scoperto, nel corso di un pattugliamento, i resti della combustione illecita di rifiuti all'interno di una Masseria usata come struttura ricettiva in contrada Chiobbica

Cronaca
Ostuni giovedì 26 ottobre 2017
di La Redazione
Combustione illecita di rifiuti: denunciato l'amministratore di una struttura ricettiva
Combustione illecita di rifiuti: denunciato l'amministratore di una struttura ricettiva © Guardia di Finanza

L’amministratore di una struttura ricettiva ubicata nelle campagne di Ostuni, è stato denunciato per combustione illecita di rifiuti.

La scoperta è stata fatta dai Carabinieri Forestali della Stazione di Ostuni, durante il pattugliamento della zona collinare precisamente in contrada Chiobbica sulla strada per Cisternino. I militari hanno rinvenuto in un fondo recintato, di pertinenza di una masseria utilizzata come struttura ricettiva, cumuli di rifiuti parzialmente dati alle fiamme e inceneriti. Si tratta di pneumatici fuori uso, rottami metallici, cocci di vetro, parti di infissi in “Pvc”, plastiche e gomme, rifiuti solidi urbani, bombolette spray, cartoni, lampadine ad incandescenza ed al neon.

All’imprenditore, amministratore della società, è stato contestato il reato di combustione illecita di rifiuti, previsto dall’articolo 256-bis, comma 3, del Codice dell’Ambiente (decreto legislativo 152 del 2006).

La particolare fattispecie delittuosa è stata introdotta nel 2014, per scongiurare una forma di smaltimento illecito dei rifiuti particolarmente dannosa per l’ambiente (combustione). Per la stessa, la pena prevista è quella della reclusione da due a cinque anni, aumentata di un terzo nel caso delle imprese, e per queste ultime vi è anche l’addebito della responsabilità amministrativa, ai sensi del decreto legislativo n. 231 del 2001.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette