Palazzo di Città

Due spiagge accessibili ai cani

Confermata Costa Merlata, mentre la caletta di Torre Pozzelle viene sostituita con un arenile sito in località Mogale

Attualità
Ostuni lunedì 09 luglio 2018
di La Redazione
Due spiagge accessibili ai cani
Due spiagge accessibili ai cani © n.c.

Restano due le spiagge del litorale ostunese accessibili ai cani, di cui una cambia collocazione. Si tratta della Spiaggia delle Pietre di Costa Merlata (quinta caletta posta dopo il Camping Costa Merlata, in direzione Bari), mentre viene riconosciuta spiaggia Free Dog una spiaggetta in località Mogale (area a 250 metri dal lido Playa, in direzione Brindisi).

Anche per il 2018 l’amministrazione Coppola, ai sensi dell’articolo 25 del Regolamento comunale, provvede all’istituzione di due aree di accesso al mare dove è possibile fare il bagno e sostare in compagnia del proprio amico a quattro zampe. Segnalate con apposita cartellonistica e indicate attraverso le coordinate di localizzazione sul sito istituzionale del Comune di Ostuni, le spiagge vengono individuate anno per anno dall’assessorato all’ecologia e all’ambiente, in mancanza della definizione di un Piano delle coste.

I cani potranno fare il bagno nello specchio di mare antistante la spiaggia segnalata, accompagnati dai rispettivi proprietari, che hanno l'obbligo di condurli il guinzaglio, di far loro indossare la museruola e di eliminare le loro deiezioni. Sulle altre località balneari del litorale vige il divieto di accesso per qualsiasi animale, a eccezione dei cani guida per i non vedenti e dei cani muniti di brevetto di salvataggio.

«Come per gli altri anni, abbiamo ritenuto opportuno individuare due aree di accesso al mare – ha dichiarato l’assessore all’ambiente Luigi Nacci – fruibili dalle persone che posseggono un cane. Confermata la spiaggia di Costa Merlata, abbiamo ritenuto di non rinnovare l’autorizzazione per la caletta di Torre Pozzelle, dove è in corso, a cura di alcuni volontari, una meritevolissima iniziativa tesa a salvaguardare gli esemplari di uccello fratino, specie protetta, che ha eletto quell'area a particolare pregio naturalistico, come sito idoneo al ripopolamento. Il fratino è un volatile che nidifica a terra ed è poco incline al volo, per cui la presenza degli animali di affezione, metterebbe a rischio la sua sopravvivenza. Invitiamo pertanto i proprietari dei cani a recarsi esclusivamente sugli arenili individuati, attenendosi scrupolosamente alle regole stabilite, e ai cittadini che non posseggono cani, ma che frequentano quelle spiagge, di mostrarsi tolleranti».

Lascia il tuo commento
commenti