L'unione fa la forza

Il Parco delle Dune Costiere e la Riserva naturale di Torre Guaceto siglano un protocollo d'intesa

E' stato siglato un protocollo d'intesa tra i due Enti Parco, che in questo modo uniscono capacità, sensibilità ed energie per fare sistema unendo le bellezze naturali del territorio

Attualità
Ostuni martedì 13 marzo 2018
di La Redazione
Il Parco delle Dune Costiere e la Riserva naturale di Torre Guaceto siglano un protocollo d'intesa
Il Parco delle Dune Costiere e la Riserva naturale di Torre Guaceto siglano un protocollo d'intesa © n.c.

Il Parco delle Dune Costiere e l' Area Marina protetta di Torre Guaceto hanno siglato un procollo d'intesa, unendo in questo modo le forze per fare sistema di un pezzo di patrimonio naturalistico molto importante.

Questo è il cuore politico del protocollo d’intesa, siglato ieri mattina, lunedì 12 marzo dall’assessore alle Politiche del Territorio della Regione Puglia Alfonso Pisicchio e dai presidenti dei due Consorzi di gestione della Riserva naturale dello Stato e Area marina protetta di Torre Guaceto, Mario Tafaro, e del Parco naturale regionale delle Dune Costiere da Torre Canne a Torre San Leonardo, Enzo Lavarra.

«Sono particolarmente felice oggi – ha detto in conferenza stampa l’assessore Pisicchio - perché la sottoscrizione di questo protocollo permette ai due Consorzi di mettere insieme energie, capacità, prospettive e intelligenze. Stiamo parlando di un patrimonio naturalistico molto importante. I due presidenti, Lavarra e Tafaro, sono gli anticipatori di un’idea che è quella di mettere insieme tutte le bellezze e le qualità del territorio. Territorio che va rilanciato, attraverso iniziative culturali e non solo, nella sua unicità di ‘sistema’. Questa prima intesa – ha concluso Pisicchio - ci permetterà di ragionare e discutere anche con gli altri Enti Parchi presenti sul nostro territorio, per valorizzare così al meglio tutto il patrimonio naturalistico, nel suo insieme».

Per il presidente del Consorzio di gestione del Parco naturale regionale delle Dune Costiere, Enzo Lavarra, «le due aree protette insistono in un’area che rappresenta un patrimonio marino, costiero e agrario dal carattere di unitarietà naturalistica e che è fra i più belli della Puglia.
Torre Guaceto e Dune Costiere hanno avviato ciascuno per proprio conto avanzate esperienze di coniugazione di tutela naturalistica e attività economicamente compatibili. Col Protocollo gettano le basi per una strategia integrata che aumenterà sotto ogni profilo il livello di valorizzazione ambientale ed economica oltre il perimetro delle due aree protette.
In ciò caratterizzandosi sia come esperimento pilota di politica di rete fra aree naturali sia che come uno degli esempi concreti di gestione che è proprio della missione delle agenzie sub-regionali di sviluppo territoriale ecosostenibile
».

Per il presidente del Consorzio di gestione della Riserva naturale dello Stato e Area Marina Protetta di Torre Guaceto, Mario Tafaro «insieme si può meglio tutelare il territorio. L’idea di mettersi insieme il patrimonio naturalistico dei due Consorzi – ha aggiunto Tafaro – è nata dal presidente Lavarra e, a dir la verità, io sono stato subito consenziente perché credo che per rendere un buon servizio al territorio e alla sua natura, occorra eliminare le barriere tra gli enti che insistono nella regione, senza mortificare i territori».

Lascia il tuo commento
commenti