Tra novità e molteplici difficoltà

È tempo di bilanci per l’Avis di Ostuni: 19 raccolte straordinarie e 926 sacche di sangue raccolte

Pesentati in conferenza stampa i risultati raggiunti nell’ultimo anno dalla sezione ostunese, che dimostrano l'impegno costante dell'associazione di volontariato

Attualità
Ostuni mercoledì 14 febbraio 2018
di Anna Maria Moro
È tempo di bilanci per l’Avis di Ostuni: 19 raccolte straordinarie e 926 sacche di sangue raccolte
È tempo di bilanci per l’Avis di Ostuni: 19 raccolte straordinarie e 926 sacche di sangue raccolte © OstuniLive.it

È tempo di bilanci per l’Avis di Ostuni. Come ogni anno, infatti, le sezioni comunali sono chiamate a fare il resoconto delle attività annuali proprio nel mese di febbraio, e il sodalizio ostunese ha scelto di comunicare i risultati raggiunti, nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta lunedì 12 febbraio presso la sezione della Città Bianca, alla presenza del Presidente dell’Avis di Ostuni, Martino D’Amico, del Presidente provinciale di Brindisi, Egidio Conte, del Direttore Sanitario, Fernando Rizzello, e del Sindaco della Città Bianca, Gianfranco Coppola.

L’ultimo anno per il sodalizio si è aperto con importanti novità, caratterizzate dal saluto di Andrea Pinto, che ha lasciato l’incarico di Presidente nelle mani del giovane Martino D’Amico, affiancato da un consiglio direttivo del tutto rinnovato. Il nuovo sodalizio è stato così chiamato ad operare tra mille difficoltà, iniziate già a marzo 2017 con la notizia della chiusura del centro raccolta sangue presso l’Ospedale Civile di Ostuni «per dare spazio al nuovo pronto soccorso, che purtroppo non ha ancora visto la luce e che attendiamo sia inaugurato perché, secondo quanto ci è stato comunicato, noi avremo la possibilità di svolgere le attività presso l’attuale pronto soccorso», spiega il Presidente Martino D’Amico.

Nonostante la mancanza di un centro di raccolta sangue, la necessità di donare in autoemoteca, il forte caldo prima e i picchi influenzali dopo, che hanno inciso pesantemente sulle donazioni «possiamo ritenerci soddisfatti e orgogliosi dei risultati raggiunti – continua D’Amico – abbiamo raccolto 926 sacche e organizzato 19 raccolte straordinarie per sopperire alle emergenze sangue che si sono verificate in tutta Italia e nella Regione Puglia. Io credo che possiamo fare di più con l’impegno di tutti. Certo, se tutti navigassimo nella stessa direzione sarebbe più semplice, però andiamo avanti lo stesso con la speranza che ogni anno sia più ricco e fiorente».

Ma la raccolta di sangue è stata solo una delle tante attività svolte dall’Avis nell’ultimo anno: «Abbiamo raccolto ben 2.090 euro per Telethon - contro i 1300 raccolti negli scorsi anni – ottenendo i ringraziamenti dal Responsabile di Roma per essere stata la sezione che raccolto di più in tutta Italia. Abbiamo riallacciato i rapporti con la Croce Rossa, ma soprattutto con l’Aido e l’Admo, cercando di rimediare a quanto era accaduto in passato. Ora abbiamo un legame fortissimo con loro e sono orgoglioso di averli al nostro fianco», conclude il Presidente dell’Avis di Ostuni.

Non sono mancate, poi, le attività di sensibilizzazione tra i giovani, come ricorda il direttore sanitario, Fernando Rizzello: «Questa associazione è riuscita ad essere trainer e a coagulare intorno a sé tutta una serie di iniziative. Tra queste le attività di educazione sanitaria all’interno della nostra comunità e gli incontri all’interno delle scuole per promuovere la cultura della donazione».

Il Presidente provinciale, Egidio Conte, ha invece posto l’accento sulla necessità di operare in un clima di serenità: «l’Avis è un’Associazione che ha bisogno di tranquillità, unità e di operare insieme. A Ostuni è stato raggiunto un importante risultato, che corrisponde al 19% di quello che è stato raccolto come Avis. Io mi sento in dovere di ringraziare tutti voi, in particolar modo i donatori, che sono gli attori principali, le associazioni che collaborano con l’Avis, il Presidente e il suo direttivo e tutti quanti si spendono per questa nobile causa».

Lascia il tuo commento
commenti