Buone notizie

Ospedale di Ostuni: dieci posti letto in più nel reparto di Medicina Interna

Un comunicato stampa della ASL di Brindisi informa che, grazie a un protocollo d'intesa tra l'azienda sanitaria e il Dipartimento Salute della Regione, i posti letto nel reparto di Medicina passeranno dai 22 attuali a 32

Attualità
Ostuni giovedì 08 febbraio 2018
di La Redazione
Ospedale di Ostuni: dieci posti letto in più nel reparto di Medicina Interna
Ospedale di Ostuni: dieci posti letto in più nel reparto di Medicina Interna © n.c.

L’Ospedale di Ostuni avrà dieci posti letto in più nel Reparto di Medicina Interna, che passerebbero in questo modo a 32 dai 22 attuali.

A renderlo noto uncomunicato stampa della ASL di Brindisi che informa del fatto che “con provvedimento regionale del 2 febbraio scorso è stato rilasciato l’accreditamento provvisorio per l’ampliamento dei posti letto da 22 a 32 della Divisione di Medicina Interna dell’Ospedale di Ostuni”.

Grazie ad uno specifico Protocollo di intesa siglato tra ASL di Brindisi e Dipartimento della Salute della Regione Puglia,- continua il comunicato dell’Azienda sanitaria brindisina-l’attivazione dei posti letto – già contemplata dal Piano di Riordino ospedaliero – viene effettuata in anticipo rispetto ai tempi previsti, nelle more del completamento dei lavori nella nuova piastra dell’Ospedale”.

La richiesta di autorizzazione alla Regione Puglia era stata presentata dal Direttore Generale Giuseppe Pasqualone, in vista della riconversione in Presidio Territoriale di Assistenza dell’ex Ospedale di Fasano.

Sono stati effettuati quindi- conclude il comunicato stampa- gli interventi nella parte storica dell’Ospedale di Ostuni, necessari per rispettare i requisiti minimi e ulteriori per ottenere l’autorizzazione all’ampliamento e l’accreditamento, sopperendo così alla carenza di posti letto per acuti in tale area del territorio provinciale.
La determinazione del Management aziendale proviene anche dal riconoscimento della esperienza e professionalità acquisita dal Direttore della Divisione di Medicina Interna e dall’Equipe che vi opera, che rappresenta un’eccellenza sul territorio, se pur in un piccolo ospedale”.

Lascia il tuo commento
commenti