Innovazione tecnologica

La Città bianca adotta Junker, l’app utile a differenziare correttamente i rifiuti

L’applicazione, attraverso la scansione del codice a barre di qualsiasi prodotto, indica dettagliatamente come smaltire il suo involucro. Nacci: «Innovazione che aumenta la qualità della raccolta differenziata»

Attualità
Ostuni mercoledì 06 dicembre 2017
di Paola Loparco
La Città bianca adotta Junker, l’app utile a differenziare correttamente i rifiuti
La Città bianca adotta Junker, l’app utile a differenziare correttamente i rifiuti © OstuniLive.it

Approda anche nella Città bianca una tra le applicazioni più usate nella Penisola. Si chiama Junker e serve a individuare il modo più corretto per smaltire qualunque tipo di rifiuto domestico. A entrare nel merito del funzionamento e della sua utilità, durante una conferenza stampa dimostrativa tenutasi ieri mattina, martedì 5 dicembre, a Palazzo di Città, il responsabile commerciale del Sud Italia, l’ostunese Giuseppe Tanzarella, il sindaco Gianfranco Coppola, l’assessore all’ambiente Luigi Nacci e il dirigente del settore ecologia del Comune di Ostuni, l’ing. Federico Ciraci.

«Sono stato sin da subito entusiasta di implementare l’utilizzo di questa particolare innovazione tecnologica – dichiara il sindaco Coppola – dedicata veramente a tutti, dato che ormai veramente chiunque utilizza i dispositivi mobili. Questo, assieme all’automazione di altri servizi, si inserisce in un’operazione più ampia che migliora senz’altro la fruizione per l’utenza».

«Junker nasce dall’esperienza di una start up bolognese – spiega Giuseppe Tanzarella – per rispondere alla domanda dei cittadini di tutta Italia su come differenziare correttamente i rifiuti domestici. Scansionando il codice a barre, l’app è in grado di spiegare nel dettaglio in che maniera va differenziato quel rifiuto. Non solo, Junker comunica tutte le informazioni utili relative al servizio di raccolta e smaltimento del Comune in cui si effettua la registrazione. Questo, e il fatto che l’app è scaricabile nelle quattro lingue principali, permette ai visitatori italiani e stranieri di capire come conferire la propria spazzatura, quali sono i giorni di raccolta porta a porta, quali le postazioni e gli orari di conferimento presso i centri ambientali mobili e via dicendo».

«L’utilizzo è molto semplice – spiega l’assessore Nacci durante una dimostrazione pratica del funzionamento di Junker – perché sia con la scansione del codice a barre, che con l’inserimento manuale dell’oggetto, l’applicazione è in grado di fornire in tempo reale ogni informazione utile circa lo smaltimento. Grazie alla geo localizzazione Junker saprà indicare il centro di raccolta mobile più vicino o guidarci all’isola ecologica, oppure spiegare quali sono i giorni di raccolta porta a porta nell’area in cui siamo. Uno strumento utile soprattutto a elevare il livello qualitativo dei rifiuti differenziati, oltre che a fornire informazioni utili».

«Usando questo e altri strumenti che l’amministrazione ha in animo di attivare – spiega il Dirigente Ciraci – si migliora notevolmente la vita dei cittadini. Junker è un sistema che interagisce con l’utente, adattandosi alle esigenze di ciascuno, ad esempio con l’invio automatico di avvisi e alert che segnalano la possibilità di smaltire i propri rifiuti».

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette