Associazione ambientalista versus Giunta regionale

Caccia, il Wwf diffida la Regione: "la delibera sugli storni è un regalo alle doppiette"

La nota associazione ambientalista spiega in un comunicato stampa le ragioni della diffida contro il provvedimento emesso dalla giunta regionale che autorizza in deroga il prelievo degli storni nella piana olivetata

Attualità
Ostuni domenica 12 novembre 2017
di La Redazione
Caccia, il Wwf diffida la Regione:
Caccia, il Wwf diffida la Regione: "la delibera sugli storni è un regalo alle doppiette" © n.c.

Il Wwf contesta la delibera di Giunta regionale n.1587 dello scorso 3 ottobre con cui si autorizza ilprelievo in deroga degli storni all’interno della piana olivetata tra le province di Bari e Brindisi. Lo rende noto un comunicato stampa redatto dall’associazione ambientalista che ha testualmente definito la delibera “un regalo alle doppiette che consente l’abbattimento di 30.000 esemplari di storno, in un’area molto estesa del nostro territorio”.

La delibera, secondo le intenzioni della Giunta regionale, era stata concepita per tutelare le colture olivicole dal pericolo rappresentato dagli storni, rifacendosi ad una Direttiva dell’Unione Europea che contiene questo assunto: “è consentito derogare al divieto di prelievo venatorio nei confronti di specie protette, al fine di prevenire gravi danni dalle stesse alle colture, al bestiame, ai boschi, alla pesca e alle acque”.

A detta dell’associazione ambientalista, “fatta salva l’eventualità che una grande concentrazione di storni possa provocare danni alle coltivazioni agricole, questa bellissima specie di uccelli risulta fondamentale per il mantenimento della biodiversità in Puglia”.

Secondo il Wwf, la delibera che autorizza in deroga l’abbattimento degli storni contiene numerosi punti controversi, “senza considerare- si legge nella diffida- i reiterati tentativi, sempre bocciati negli anni passati, di consentire la caccia agli storni, specie protetta”.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette