Aiutare i bambini meno fortunati

Due spettacoli di beneficenza per permettere a "We are the children" di aiutare l'Africa

Venerdì e sabato si terranno a Monopoli e Ostuni con l'obiettivo di raccogliere fondi per permettere all'associazione di riprendere il progetto che ha l'obiettivo di aiutare i bambini africani che vivono negli orfanotrofi

Attualità
Ostuni giovedì 09 novembre 2017
di La Redazione
Due spettacoli di beneficenza per permettere a
Due spettacoli di beneficenza per permettere a "We are the children" di aiutare l'Africa © We are the children

Torna a concretizzarsi la solidarietà tra Puglia e Africa grazie al progetto umanitario internazionale “We are the children”, che ha preso il via nel 2014.

L'obiettivo del progetto, ideato e realizzato dall’associzione “Tarantula Rubra” rimane quello di sensibilizzare i bambini pugliesi, coinvolgendo insegnanti e famiglie, nei confronti delle realtà dei bambini africani più disagiati, soprattutto quelli che vivono negli orfanotrofi.

Le generose donazioni effettuate nelle scuole medie di Ostuni, Carovigno e Ceglie Messapica hanno permesso al team di “Tarantula Rubra” di portare giocattoli, indumenti, materiale didattico e farmaci agli orfanotrofi ghanesi e kenyoti, oltre ai bambini ospitati nei campi profughi greci ai confini con la Macedonia. Nel corso di ogni tappa sono stati offerti laboratori musicali, in maniera tale che i bambini italiani e africani fossero uniti da un unico ed universale linguaggio.

Adesso i volontari dell'associazione intendono portare a termine la missione in Kenya, per mantenere la promessa di ultimare lavori che renderebbero più facile l'amara e difficile vita dei bambini (lavatrice, tubature, e soprattutto riempire di nuovo le loro dispense alimentari). Inoltre, l’associazione ha in programma di partire per il Burkina Faso, Paese fra i più poveri dell'Africa, per i quali le donazioni dei bambini pugliesi saranno oltremodo preziose, insieme alla possibilità di costruire un pozzo.

Sette volontari dell’associazione “Tarantula Rubra”, tra cui due medici del Policlinico di Bari, partiranno quindi per il Burkina, accompagnati da una guida d’eccezione, il musicista burkinbè Gabin Dabirè, noto, tra l’altro, per essere stato colui che ha fatto conoscere a Fiorella Mannoia la dura e triste realtà del Burkina, che la cantante ha preso a cuore tanto da diventare testimonial di tante battaglie per aiutare il Paese dell'Africa occidentale.

Per sensibilizzare la comunità e raccogliere i fondi necessari per tornare in Africa, l'associazione “Tarantula Rubra” ha organizzato due serate di beneficenza nel corso delle quali verrà proiettato il DVD girato in Kenya e in Grecia durante il 2016, e allietando la serata dei partecipanti con le esibizioni di grandi artisti. Gli spettacoli si terranno il 10 novembre presso il Teatro Bianco Manghisi di Monopoli alle ore 20, grazie alla generosità della ONLUS APAD.

Sabato 11 novembre, invece, un altro spettacolo si terrà a Ostuni, alle ore 20, presso il Teatro dei SS. Medici, grazie alla disponibilità di don GIovanni Apollinare. Hanno accettato di esibirsi, tra gli altri, Anna Garofalo e Rocco Capri Chiumarulo, voci dal Mediterraneo; Teresa Barbieri e Michele Dammacco con la performance “El Bruja”; El Barrio Libertad con un'esibizione di flamenco; Pietro Vincenti, con Jazz 'n Blues; Makola Mambo, con musica nigeriana Hi Life e i Soballera, capitanati da Stefano De Dominicis.

Per chi non potesse partecipare agli spettacoli e volesse contribuire alla prossima missione in Africa potrà farlo tramite una donazione intestata a :
“Associazione Tarantula Rubra”- IBAN IT35 Q050 1804 0000 0000 0168 791- causale del pagamento: “We are the children”.





Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette