Importanti risultati

Abbandono indiscriminato di rifiuti: emesse 42 multe da 600 euro in poco più di un mese

Grazie all’impiego di videocamere fisse e mobili, gli agenti del Comando di Polizia Municipale sono riusciti a risalire in maniera puntuale ai trasgressori, del posto e non, che sono stati pesantemente sanzionati

Attualità
Ostuni sabato 28 ottobre 2017
di Paola Loparco
Abbandono indiscriminato di rifiuti: emesse 42 multe da 600 euro in poco più di un mese
Abbandono indiscriminato di rifiuti: emesse 42 multe da 600 euro in poco più di un mese © OstuniLive.it

La strategia di contrasto all’abbandono indiscriminato di rifiuti attraverso l’utilizzo di video e fotocamere che il Comune di Ostuni ha avviato poco più di due mesi fa, inizia a dare qualche risultato. Sull’esito del monitoraggio effettuato dal 16 agosto al 20 settembre su diverse aree del territorio comunale, si è concentrata la conferenza stampa di ieri, venerdì 27 ottobre, tenuta a Palazzo di Città dal sindaco Gianfranco Coppola, dall’assessore all’ambiente Luigi Nacci e dal Comandante della Polizia Municipale Maurizio Nacci.

«Come promesso – dichiara il sindaco Coppola – abbiamo operato un monitoraggio sistematico su alcune zone, sia in campagna che in città, anche attraverso l’installazione di telecamere fisse e mobili, mirato a contrastare il fenomeno dell’abbandono selvaggio dei rifiuti e a punire i trasgressori. In quasi un mese e mezzo sono stati emessi 24 verbali a seguito di controlli diretti degli agenti della Polizia Locale; 10 sanzioni per errato conferimento; 13 verbali presso i CAM (centri ambientali mobili); 17 sono state le segnalazioni per abbandono di amianto su altrettanti siti, di cui nove già bonificati e infine 18 persone sono state denunciate alla Procura della Repubblica. Grazie alle telecamere sono stati rilevati 42 verbali: 18 in c.da Molillo, di cui 4 elevati nei confronti di residenti e 14 di non residenti; 12 in via Giovanni XXIII, di cui 4 residenti e 8 non residenti; 12 in piazza Firenze, di cui 9 residenti e 3 non residenti. La situazione è migliorata, ma siamo lontani dallo stato ottimale di pulizia di campagne e città.

Molti dei sanzionati mi chiedono la possibilità di rateizzare l’importo del verbale che ammonta a 600 euro e la cosa mi dispiace. Il Comune ha espresso parere favorevole in merito, ma sarà la Provincia a decidere perché incassa interamente le somme. Abbiamo predisposto – conclude Coppola – l’uso di altre telecamere e la sistemazione di quelle preesistenti, con l’intento di attivare un monitoraggio costante che copra l’intero territorio. I tanti cittadini civili che si attengono alle regole non meritano di vedere la propria città ridotta in questo stato».

«Gli sforzi tecnici ed economici che stiamo sostenendo – dichiara l’assessore Nacci – sono enormi a fronte di un complesso sistema di raccolta e smaltimento dei rifiuti. Gli obiettivi sono raggiunti in termini di quantità con oltre il costante 70% di rifiuti differenziati. La qualità invece viene inficiata da pochi cittadini che definire incivili è un complimento, che gettano per strada rifiuti indifferenziati, incidendo così sull’aliquota applicata dalla Regione al peso complessivo dell’indifferenziato prodotto da ogni Comune. Questo atteggiamento lede quindi le tasche di tutti. Invito pertanto a denunciare i trasgressori e combattere il fenomeno al nostro fianco. Stiamo stilando un nuovo regolamento per la gestione dei rifiuti, che convoglierà buona parte delle sanzioni incassate nelle casse comunali oltre che in quelle della Provincia. Infine il Comune ha acquistato “Junker”, un’app che consente sia di segnalare i rifiuti abbandonati, che di avere sottomano tutte le informazioni relative alla modalità di raccolta e smaltimento dei rifiuti domestici. Uno strumento gratuito che consentirà un’ulteriore scatto di civiltà. Approfitto per ringraziare i tanti cittadini che rendono Ostuni un comune “riciclone”, tra i più virtuosi di Puglia e d’Italia».

«Personalmente e a nome dell’amministrazione, di cui credo di interpretare correttamente il pensiero, vorrei ringraziare il nucleo di agenti della Polizia Municipale – dichiara il Comandante Nacci – che si sta spendendo in questo campo e in generale tutti gli agenti. Nel 2017 sono stati effettuati oltre 200 controlli diretti, parecchi dei quali hanno permesso di individuare e sanzionare i responsabili. Questi risultati non sono altro che il frutto di un lavoro puntuale e costante».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Maurizio Zanoni ha scritto il 30 ottobre 2017 alle 17:41 :

    Supercomplimenti!!! Era ora che si installassero telecamere per punire gli incivili. Ostuni è una città bellissima e conosciutissima, non è giusto che per qualche incivile si guasti la reputazione. Rispondi a Maurizio Zanoni

Le più commentate
Le più lette