Conflitto ambientale

Pilone, l’esito del tavolo di concertazione in Prefettura

Il tavolo tecnico ha messo in evidenza una serie di difetti procedurali e la volontà del Comune di collocare la vasca più a monte su un terreno di sua proprietà. Malgrado questo, AQP riprenderà i lavori di scavo

Attualità
Ostuni venerdì 13 ottobre 2017
di Paola Loparco
Pilone, l’esito del tavolo di concertazione in Prefettura
Pilone, l’esito del tavolo di concertazione in Prefettura © OstuniLive.it

Su invito del Ministero dell’Ambiente, che recepiva l’indirizzo della risoluzione della Commissione Ambiente del Senato, ieri, giovedì 12 ottobre, si è tenuto in Prefettura a Brindisi il tavolo di concertazione che ha coinvolto le istituzioni locali e nazionali, AQP, AIP e alcuni membri del Comitato di salvaguardia della spiaggia del Pilone e del Consorzio di gestione del villaggio, accompagnati dall’ing. Primo Stasi, autore per il Consorzio del progetto alternativo.

Il Prefetto Valerio Valente ha presieduto l’incontro tecnico, a cui ha preso parte il sindaco di Ostuni Gianfranco Coppola, l’assessore ai lavori pubblici Francesco Palmisano, l’assessore all’ambiente Luigi Nacci, il consigliere provinciale e comunale Christian Continelli (FdI). Dal Ministero dell’Ambiente è intervenuto in video conferenza il vice capo Gabinetto, la dott.ssa Elena Lorenzini. Per AQP è intervenuto l’ing. Andrea Volpe, il direttore dei lavori, l’ing. Domenico Casanova e il rappresentante legale della società.

Nonostante siano state messe in evidenza alcune lacune e illegittimità, la società pugliese non intende prolungare la sospensione dei lavori di scavo presso la spiaggia, trincerandosi dietro la delibera di giunta comunale n. 251 del 31 luglio, che esprime parere positivo in relazione alla variante del progetto, che contempla l’interramento della vasca di sollevamento.

«Il tavolo tecnico ha permesso di mettere in luce e a conoscenza del Ministero dell’Ambiente – dichiara l’assessore Nacci – di quello che è lo stato di attuazione di parte del procedimento. Inoltre sono state rappresentate una serie di perplessità in ordine alla corretta esecuzione dell’iter procedurale da parte di AQP. Contemporaneamente il Comune ha rappresentato la volontà e la possibilità di discutere nel merito un’ulteriore variante progettuale, che collocherebbe l’impianto di sollevamento più a monte su un’area di proprietà comunale. AQP invece si attiene al procedimento avviato, secondo il quale si sono ottenute tutte le autorizzazioni che permettono legittimamente di proseguire i lavori, anche se la documentazione richiesta, che la ditta appaltatrice ha consegnato ieri (mercoledì 11 ottobre) in Comune, a mio avviso risulta parziale. Il Sindaco – conclude infine Nacci – durante il dibattito ha espresso la possibilità di ritirare l’atto di giunta di cui si fa forte AQP, spiegando che il documento non è assolutamente autorizzativo, ma esprime esclusivamente un parere in merito alla variante».

«Secondo noi – dichiara il Presidente del Comitato, Giancarlo Scalone – sono emersi nuovi elementi che rendono la situazione ancora più complicata rispetto a quella che potrebbe essere la soluzione da adottare. Immediatamente informeremo le autorità competenti di questi esiti, chiedendo di prendere provvedimenti in merito. Non essendoci nessun documento che attesta la sospensione dei lavori, AQP procederà come da programma, in spregio al tavolo tecnico che si appena concluso. Mancherebbe inoltre la data d’inizio dei lavori, che determinerebbe la conclusione dell’efficacia dell’autorizzazione paesaggistica espressa nel 2012 (valida 5 anni) dall’allora giunta comunale, concessa in deroga dalla Regione, peraltro su un progetto diverso da quello che si sta realizzando. Un altro importante elemento emerso dal confronto di oggi – conclude Scalone – è rappresentato dalla conferma avuta da AQP in merito alla compatibilità dello stadio delle canalizzazioni già realizzate con un sito alternativo. Detto questo, possiamo ancora sperare che si possa evitare di deturpare barbaramente la spiaggia del Pilone».

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette