Agevolazioni

Bonus Idrico 2017: chi ne ha diritto e come presentare la domanda

Fino al 31 dicembre prossimo sarà possibile inoltrare domanda per usufruire del servizio in favore delle utenze deboli pugliesi, riferito all'anno 2016​. Si può presentare la richiesta attraverso il numero verde o il sito internet

Attualità
Ostuni martedì 10 ottobre 2017
di La Redazione
Bonus Idrico 2017: chi ne ha diritto e come presentare la domanda
Bonus Idrico 2017: chi ne ha diritto e come presentare la domanda © nc

Ci sarà tempo fino al 31 dicembre per presentare domanda e ottenere il Bonus Idrico 2017, un’agevolazione sui consumi del 2016 destinata alle famiglie che versano in condizioni di disagio economico e/o fisico.

Come si evince dalla comunicazione pubblicata in evidenza sul sito del Comune di Ostuni, dallo scorso 1 settembre i residenti della Regione Puglia e utenti di una fornitura idrica individuale o condominiale che rientrano nei requisiti richiesti, potranno presentare domanda e accedere i contributi relativi al consumo dell’anno precedente.

Si tratta di uno strumento di protezione sociale- ha commentato Nicola Giorgino, presidente dell’Autorità Idrica Pugliese- frutto dell’impegno congiunto messo in campo da Aip, Anci Puglia, Regione Puglia e AQP, volto a conseguire risultati incisivi in favore delle utenze più bisognose”.

Coloro che sono in possesso di tutti i requisiti richiesti (chi ha usufruito di un bonus elettrico per una fornitura localizzata nella Regione Puglia nel corso del 2016; le categorie con ISEE uguale o inferiore a 7.500 euro, con ISEE uguale o inferiore a 20.000 euro per famiglie con più di 4 figli a carico e/o con disagio fisico) potranno inoltrare domanda entro il prossimo 31 dicembre chiamando il numero verde 800.660860 oppure collegandosi al sito internet www.bonusidrico.puglia.it.

Per poter usufrure del bonus che, previa comunicazione, verrà accreditato in bolletta, occorre essere in regola con il pagamento delle fatture precedenti.

"Acqua e servizi sanitari- ha affermato Domenico Vitto, presidente di Anci Puglia- fanno parte dei diritti primari fondamentali che vanno garantiti in un Paese civile. Gli enti locali devono avere attenzione particolare verso le fasce più svantaggiate delle proprie comunità. Importante confermare questa iniziativa di contrasto alla povertà per sostenere concretamente le utenze che versano in condizioni di disagio economico sociale, garantendo loro accesso al servizio idrico a condizioni agevolate".

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette