Malore improvviso durante la notte

Morto Mimmo Mele, vittima di una grave ischemia cerebrale: autorizzato l'espianto degli organi

L'ex deputato ed ex sindaco di Carovigno è deceduto presso l'Ospedale "Perrino" di Brindisi, in seguito a una grave ischemia di cui era stato vittima durante la notte scorsa. I familiari hanno autorizzato l'espianto degli organi

Attualità
Ostuni sabato 07 ottobre 2017
di La Redazione
Mimmo Mele
Mimmo Mele © web

Non ce l'ha fatta Mimmo Mele, l'ex parlamentare, rimasto vittima durante la notte scorsa di un malore improvviso provocato da un’ischemia cerebrale e trasportato urgentemente all’Ospedale Civile di Ostuni. I sanitari del nosocomio della Città Bianca, resisi conto della gravità della situazione, lo hanno immediatamente trasferito in codice rosso presso l’Ospedale "Antonio Perrino" di Brindisi. Mimmo Mele è spirato nel primissimo pomeriggio di oggi, dopo che i medici avevano dichiarato lo stato di morte cerebrale. I familiari hanno autorizzato l'espianto degli organi.

Eletto deputato nell file dell’UDC nel 2006, si dimise l’anno successivo in seguito a uno scandalo in cui fu coinvolto, dopo una notte 'brava' trascorsa un albergo di via Veneto, a Roma. Tornato alla sua vita da imprenditore, nel 2013 venne eletto sindaco di Carovigno, sua città natale, vincendo al ballottaggio, con il 53,5% dei voti, contro la candidata del centrodestra Antonia Gentile.

In seguito a tensioni politiche con il Nuovo Centrodestra che sosteneva la sua maggioranza, nel febbraio del 2015 rassegnò le dimissioni da sindaco e dopo un tentativo di candidatura nelle fila del Pd, osteggiato dal vertice, tornò a dedicarsi completamente alla vita da privato cittadino e imprenditore. “Mi faccio da parte- aveva dichiarato in quell’occasione Mimmo Mele. Gli eletti che rubano e fanno le peggio cose sono tollerati e riveriti, quelli che commettono errori nella vita privata sono marchiati a vita, perché nulla gli si perdona”.

Nel maggio del 2016, dopo quasi dieci anni di processo, si concluse con un’assoluzione con formula piena, la lunga vicenda giudiziaria che lo aveva visto coinvolto nel 2007.

Il 7 marzo di quest’anno l’ex parlamentare aveva compiuto sessant’anni.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Mariagrazia Marraffa ha scritto il 08 ottobre 2017 alle 14:47 :

    Un uomo di una sensibilità oltremodo amava la sua città sempre cortese gentile.UNA GRANDE PERSONA DALL ANIMO SEMPRE DISPONIBILE GRAZIE MIMMO X TUTTO CIÒ CHE HAI FATTO Rispondi a Mariagrazia Marraffa

Le più commentate
Le più lette