Ricco programma di iniziative

Cresce l’attesa per il Raduno Meridionale dei Bersaglieri che tingerà di cremisi la Città bianca

Dal 27 settembre al 1 ottobre Ostuni si riempirà di piume e fanfare in corsa, regalando alla città un intenso programma di iniziative che coinvolgeranno in maniera trasversale tutti i partecipanti

Attualità
Ostuni venerdì 15 settembre 2017
di Paola Loparco
Cresce l’attesa per il Raduno Meridionale dei Bersaglieri che tingerà di cremisi la Città bianca
Cresce l’attesa per il Raduno Meridionale dei Bersaglieri che tingerà di cremisi la Città bianca © OstuniLive.it

La Città bianca si appresta a vivere uno degli eventi destinati a restare a lungo nella memoria della comunità locale e non solo. Si prevede una grande affluenza di visitatori infatti per il Raduno Meridionale dei Bersaglieri, che coinvolgerà dal 27 settembre al 1 ottobre prossimo istituzioni e cittadini in un percorso di attività e spettacoli lungo un percorso che parte dal centro storico e raggiunge le periferie. Si è tenuta ieri pomeriggio a Palazzo di Città la conferenza stampa di presentazione, a cui ha preso parte il Sindaco Gianfranco Coppola, l’assessore al turismo Vittorio Carparelli, il presidente regionale dell’associazione bersaglieri Ferdinando Damiani, il presidente dell’associazione bersaglieri Ostuni Carmelo Greco e il vice presidente Mario Argentiero.

«Siamo riusciti a intercettare questo importante evento – dichiara Gianfranco Coppola – con la costituzione a Ostuni della sezione dei Bersaglieri in congedo, intitolata a Sante Vincenti, primo caduto della nostra città durante la prima guerra mondiale, che, durante un incontro di coordinamento nazionale, ha proposto di ospitare il Raduno Meridionale nella Città bianca. L’ipotesi è stata accolta con entusiasmo dai partecipanti e sono convinto infatti che qui convergerà gente da tutta Italia. Mi risulta che saranno almeno otto le fanfare che partecipano, tra cui le due militari delle brigate pugliesi “Pinerolo”, di stanza ad Altamura, e “La Rosa” di Fragagnano.

Ci sarà una nutrita serie di eventi, convegni e manifestazioni, tra cui il 27 settembre una mostra statica sulla I Guerra mondiale organizzata dallo Stato Maggiore dell’Esercito presso il Museo di Civiltà Preclassiche, durante la quale verranno ricordati tutti i caduti delle guerre e delle missioni di pace. All’evento prenderà parte il Generale Mauro Prezioso, comandante militare regionale. Successivamente consegnerò simbolicamente ai Bersaglieri le chiavi della Città, nel senso che saranno loro i veri protagonisti dei successivi quattro giorni grazie alle attività previste in numerosi luoghi di Ostuni. Ci saranno concerti, cortei, commemorazioni solenni, momenti celebrativi religiosi e laici e una lunga notte di festa che, tra sabato 30 e domenica 1° ottobre, tingerà di cremisi, il colore dei Bersaglieri, la nostra amata Città bianca.

Un altro momento importante per Ostuni e per il sottoscritto, che nel 2003 avanzò dai banchi dell’opposizione l’idea di intitolare una strada ai caduti di Nassirya, prevede l’inaugurazione ufficiale che non è mai stata fatta, con l’installazione di una targa. Chiedo ai concittadini di essere pazienti qualora dovessero verificarsi ingorghi e problematiche relative alla viabilità, abbiamo disposto una serie di misure traordinarie e posso dire con certezza che il Raduno Meridionale dei Bersaglieri a Ostuni sarà un evento di cui si continuerà a parlare a lungo».

Il calendario completo delle iniziative legate al Raduno Meridionale dei Bersaglieri è consultabile sul sito ufficiale dedicate all’evento.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette