Poco prima della discussione

Forum della Società Civile: l’esito del confronto sul Bilancio di Previsione

Si è svolta martedì scorso nel Salone dei Sindaci a Palazzo di Città, l’Assemblea pubblica che ha preso in esame il documento unico di programmazione economica per il prossimo triennio

Attualità
Ostuni venerdì 21 aprile 2017
di La Redazione
Forum della Società Civile: l’esito del confronto sul Bilancio di Previsione © OstuniLive.it

Il Consiglio Comunale si riunirà tra qualche ora per discutere l’approvazione del Bilancio di Previsione dell’Ente, che lo scorso 18 aprile è stato preso in esame dal Forum della Società Civile, che ha organizzato e promosso l’incontro tra amministratori e cittadini. A comunicarne l’esito, il Presidente Vincenzo Cappetta, intervenuto durante la discussione, a cui ha preso parte il Sindaco di Ostuni Gianfranco Coppola, l’Assessore al Bilancio Antonello Solito, il dirigente del settore finanze del Comune dott. Francesco Convertini e i rappresentanti delle Associazioni: Enrico Ciola, Lorenzo Cirasino, Teresa Lococciolo, Franco Colizzi, Marco Carani, Giuseppe Zurlo, Carmen Nacci, Michele Imponente, Enza Rodio, Teresa Legrottaglie. Roberta Rodio, Lucia Marseglia, Osvaldo Ippolito, Gianmichele Pavone.

Dopo gli interventi del Sindaco Coppola e dell’Assessore Solito, «serviti a illustrare i punti essenziali del Bilancio – scrive il Presidente Cappettaevidenziando che le Finanze del Comune di Ostuni sono solide e che tutte le richieste avanzate dai singoli settori operativi del Comune hanno ottenuto risposte positive. Le Associazioni del Forum hanno preso atto positivamente della riduzione della TARI e si sono augurate che tale riduzione si consolidi negli anni futuri, visto l’impegno dei cittadini per la raccolta differenziata. Hanno chiesto il miglioramento del servizio relativo ai Rifiuti urbani nello spazzamento delle strade e nel taglio dell’erba sotto e sopra i marciapiedi. Sono state espresse riserve rispetto alla proposta del Sindaco della possibile realizzazione di un impianto di compostaggio.

Le Associazioni – continua Cappettahanno chiesto un maggiore impegno nella lotta alla evasione dei tributi, che ammontano a diversi milioni di euro se si considera il grande patrimonio edilizio della Città e la forte vocazione turistica. E’ stato chiesto l’adeguamento e la diversificazione dei tributi relativi alla occupazione del suolo pubblico a partire dal Centro Storico (Piazza Libertà, la Terra, la Scalinata Antelmi, Piazza Matteotti), l’adeguamento della Tassa di Soggiorno. Non si può accettare che le attività di ristorazione e di ricreazione estive, arricchiscano pochi operatori e scarichino i costi sulla collettività. Occorre potenziare l’ufficio tributi con personale attrezzato all’utilizzo dei dati telematici dei diversi uffici comunali e della diverse agenzie operanti sul territorio, necessita anche la presenza di vigili addetti al controllo e alla verifica dei tributi.

Le Associazioni del Forum non hanno condiviso la messa in vendita di locali comunali che negli anni passati hanno ospitato attività sociali come il Centro Sociale di Via Latilla, il Centro Arcobaleno di via Vincenti e Il Filo di Arianna di via G. Palma. Non si ritiene più conveniente pagare affitti per ospitare i servizi relativi, invece di recuperare e ristrutturare i locali comunali. Sicuramente serve una maggiore attenzione alla manutenzione annuale di tutti i beni del comune.

Nel settore sociale è stato chiesto alla Amministrazione Comunale un maggiore impegno per rispondere in modo adeguato ai bisogni degli anziani, dei disabili e dei cittadini privi di reddito. Vanno, inoltre, create e incentivate nuove possibilità di lavoro per i giovani a partire da un incremento della opere pubbliche e degli interventi degli operatori privati. E’ urgente completare la fogna nella zona costiera sia da Villanova al Pilone, sia da Villanova a Valtur, ampliare il Depuratore ed utilizzare le acque depurate, recuperare e rilanciare la Zona Industriale con un confronto continuo e serrato con il Consorzio dell’Area di Sviluppo Industriale di Brindisi (A.S.I.), va recuperata la zona Artigianale sulla via di Carovigno. Le attrezzature scolastiche vanno recuperate ad un maggiore utilizzo della attività sportive e culturali della Città. Vanno sistemate le strade cittadine e i parcheggi in Ostuni e sulla Costa.

Bisogna recuperare e utilizzare i fondi europei ed incentivare l’intervento dei privati a partire dal settore delle attrezzature e strutture turistiche ai servizi di supporto allo sviluppo agricolo e industriale. C’è bisogno di rilanciare lo sviluppo della Città sia a livello economico che sociale e culturale. Occorre recuperare una visione complessiva della Città che aiuti a determinare nel cambiamento e nella innovazione un percorso di crescita sociale. E’ opportuno – conclude Cappetta rilanciare gli strumenti di Programmazione generale a partire dell’Adeguamento del Piano Urbanistico Generale al Piano Paesaggistico Territoriale Regionale (PPTR) e dal Piano delle Spiagge. L’attesa dura ormai da diversi anni. Senza strumenti di Programmazione Generale si naviga a vista con i rischi e i danni relativi. Le Associazioni del Forum si augurano che l’Amministrazione Comunale e le forze politiche diano risposte positive ai problemi rappresentati e rispondano ai bisogni della Città».

Lascia il tuo commento
Le più commentate
Le più lette