Rabbia ed esasperazione

Villanova, trovata posta abbandonata e mai consegnata: l'indignazione di residenti e commercianti

Nella località marittima ostunese è stata rinvenuta, al di là di un muretto e in una strada chiusa, un mucchio di posta abbandonata. Residenti e commercianti denunciano l'accaduto, che si somma ai disservizi già esistenti

Attualità
Ostuni giovedì 26 gennaio 2017
di Antonella Greco
Villanova, trovata posta abbandonata e mai consegnata: l'indignazione di residenti e commercianti
Villanova, trovata posta abbandonata e mai consegnata: l'indignazione di residenti e commercianti © @Giuseppe Capriglia

Posta mai giunta a destinazione, è stata rinvenuta abbandonata tra l'erba e i rifiuti, gettata dentro il perimetro di un muretto all'interno di una strada senza uscita. Questa è la scena che si è trovata dinanzi una donna, la mattina di martedì 24 gennaio a Villanova, località marina a pochi chilometri da Ostuni, sede dell’omonimo porticciolo turstico.

La donna, residente nella località marittima, mentre portava a spasso il suo cane ha notato la posta, che comprendeva bollette, riviste e lettere varie, gettata alla rinfusa in una stradina chiusa, tra una nota pizzera e un residence, in prossimità della rotonda d’ingresso di Villanova. “Non è la prima volta che succede una cosa del genere- affermano in coro, esasperati, i residenti e i commercianti della zona. “Ci sono stati in passato altri episodi di ritrovamento di posta abbandonata, ma nessuno aveva fotografato la scena, per cui non avevamo prove, anche se il disservizio è stato più volte segnalato a chi di dovere”.

Stavolta però uno dei residenti è riuscito a scattare una fotografia a tutta la posta abbandonata, mentre l'increscioso episodio è stato segnalato sia alla sede centrale ostunese di Poste Italiane che alle forze dell’ordine.

Siamo davvero indignati- afferma un altro residente- da questa vicenda. Ora sappiamo che fine hanno fatto le bollette che non ci sono mai arrivate, per cui abbiamo anche dovuto pagare una mora. Oltre il danno, anche la beffa".

La rabbia di chi in vive o possiede un’attività commerciale nella frazione marittima è palpabile e si somma ai disservizi e mancanze che la gente lamenta da tempo. “Siamo stanchi- raccontano-di non essere degnati dell’attenzione che meritiamo e che ci è stata promessa tante volte. Quello della posta è solo uno dei tanti disservizi che siamo costretti a subire. Per esempio non abbiamo una fontana, visto che quelle che c’erano sono state tutte dismesse, e - cosa grave soprattutto durante l’estate- qui non esistono neanche i bagni pubblici”.

 

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Elide De nicolo ha scritto il 09 marzo 2017 alle 10:05 :

    Sono pugliese e vivo a Torino, dal 2003 ho scelto di comprare la seconda casa alla Marina di Ostuni, mai mi sarei aspettata di vedere un degrado di questo genere, una delle coste che molti considerano tra le più belle d’Italia lasciate abbandonate a loro stesse, davvero non capisco perché il comune di Ostuni permette una trascuratezza che toglie ogni voglia di investimento in questo piccolo e delizioso paesino di pescatori. Ho visitato marine come Savelletri, torre canne ecc, un altro mondo, via centrale chiusa al traffico, pulizia, arredi urbani, piccole attività commerciali che danno vita e attirano turisti. Invece noi cosa abbiamo? Un parcheggio vuoto a 50 m dal porto che non usa nessuno e un rodeo di auto intorno al porticciolo, nessuna possibilità di passeggio pedonale, nessun divieto neanche nelle ore serali. State uccidendo ciò che potrebbe essere una risorsa per tutti. Rispondi a Elide De nicolo

  • Maurizio Zanoni ha scritto il 26 gennaio 2017 alle 18:00 :

    Ci sarà un portalettere a cui la posta è stata affidata e che è competente per la zona di Villanova. Costui deve essere chiamato a rispondere del disservizio. Fare il portalettere è un lavoro senza stress, senza problemi, dove basta saper leggere gli indirizzi. Deve essere trasferito nel quartiere cinese di Milano. Rispondi a Maurizio Zanoni

  • Maria Adele Spalluto ha scritto il 26 gennaio 2017 alle 14:32 :

    L’indignazione, invero, è da estendere allo stato generale di degrado in cui versa la marina di Ostuni relativamente a qualsivoglia servizio,arredo urbano,pulizia di strade,illuminazione pubblica.Un personale ringraziamento a chi ha, intanto ,fotografato e segnalato il disservizio postale,uno fra tanti altri.. Rispondi a Maria Adele Spalluto

Le più commentate
Le più lette