La Città è “Viva”

Torna il Premio letterario “Città Viva”. Sabato 12 dicembre la cerimonia che premia i vincitori

La giornalista di Rai2 Mariella Milani è quest’anno il Presidente Onorario del Premio e parteciperà al cerimoniale di premiazione, che sarà condotto dal volto del Tg di TeleNorba, Daniela Mazzacane

Cultura
Ostuni sabato 28 novembre 2015
di Paola Loparco
Domenico Palmieri, promotore Premio "Città Viva" e Mary Sibilio, Presidente dell'omonima Associazione
Domenico Palmieri, promotore Premio "Città Viva" e Mary Sibilio, Presidente dell'omonima Associazione © OstuniLive.it

Si svolgerà nella consueta cornice del grande salone interno al Centro di Spiritualità “Madonna della Nova”, la ventiseiesima edizione del Premio Nazionale “Città Viva”, nato a Ostuni dall’omonima Associazione, che instancabilmente porta avanti il progetto.

Un’iniziativa che lo scorso anno si è vista riconosciuta la medaglia d’oro del Presidente emerito della Repubblica Giorgio Napolitano, e che in 26 lunghi anni ha raccolto le più svariate produzioni letterarie, poetiche e narrative, da ogni angolo d’Italia. Ieri, durante la conferenza stampa di presentazione, sono stati rivelati i dettagli di questa nuova edizione.

«Il Premio racconta la nostra passione per Ostuni – spiega Mary Sibilio, Presidente dell’Associazione “Città Viva” – e la volontà di contribuire alla sua crescita culturale. Ambivamo a far crescere il Premio attraverso l’incontro tra le persone, il mantenimento di un legame tra loro e con la manifestazione, ci siamo riusciti. Quest’anno siamo orgogliosi della partecipazione della giornalista Mariella Milani, nel ruolo di Presidente Onorario del Premio, e della giornalista Daniela Mazzacane, che presenterà la serata. In questo modo puntiamo a dare un respiro più ampio al Premio, perché crediamo fermamente nella validità del nostro progetto e perché vogliamo permettergli di varcare prima le mura della Città bianca, per portarne il nome sempre più in alto».

«L’intensa copertina del volume che racchiude le opere vincitrici di quest’anno – spiega Domenico Palmieri, promotore dell’iniziativa – è stata realizzata dal pittore barese Carlo Fusca, un artista visionario, di grande talento. L’Associazione sta puntando sempre più in alto, si è sganciata dall’univocità di sforzi profusi esclusivamente in direzione del Premio, per aprirsi all’organizzazione di altri eventi paralleli, distribuiti lungo tutto l’anno, non concentrati solo durante l’estate. La Città bianca si dimostra sensibile, la cittadinanza vuole sentirsi coinvolta e chi partecipa lo fa con sempre maggiore interesse e dedizione. Un risultato importante per il Premio, che non sarebbe stato possibile senza il supporto di tante persone coinvolte, che di anno in anno si spendono per la buona riuscita dell’evento».

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette