Bruno Colella al Dino Risi

Trani
il 21 novembre 2017 alle ore 18:00

Nel 1998 fonda il Teatro della Bugia di Roma, punto di riferimento per la cultura della Capitale, dove alterna alla prosa e all'operetta concerti solo acustici di artisti come Ornella Vanoni, Bruno Lauzi, Eugenio Bennato

Indirizzo via Andrea Ciardi, 26

Bruno Colella al Dino Risi
n.c. © n.c.

Il Circolo del Cinema Dino Risi sta dedicando in questi giorni una retrospettiva al regista napoletano Bruno Colella, dal titolo “Umore a vapore: la fantasia nel cinema di Bruno Colella". Per questa occasione il regista napoletano sarà a Trani per presentare il suo nuovo film “My Italy", presso il Cinema Impero nei giorni 20 Novembre e 21 Novembre. Inoltre, martedì 21, ore 18:00, sarà ospite del Dino Risi (c/o via Andrea Ciardi 26, ingresso libero) per un incontro pubblico sulla sua filmografia (la mattina incontrerà invece gli studenti del Liceo Classico De Sanctis).

Note biografiche di Bruno Colella
Bruno Colella dopo una serie di esperienze da musicista, come autore di colonne sonore per vari spettacoli teatrali, inizia la sua attività di autore e attore teatrale con degli one-man-shows, monologhi e canzoni caratterizzati dalla presenza in scena di opere, installazioni d'arte contemporanea, filmati ed altre contaminazioni che lo collegano in qualche modo alla corrente della transavanguardia. Fondamentale il suo incontro con Achille Bonito Oliva, con il quale collaborerà in varie occasioni fino a fondare con lui il Premio Antipatia e firmarne la provocatoria edizione-spettacolo del 1988 al castello Doria di Angri. Continua poi con la prosa come autore e regista per la compagnia Giordana-Zanetti e per vari teatri stabili fino al debutto come regista cinematografico negli anni novanta che lo porterà a firmare ed interpretare diversi lungometraggi prodotti sia da Cecchi Gori che dalla sua etichetta indipendente. Ha inoltre diretto documentari, candid camera e diversi video clips musicali di Edoardo Bennato.

Nel 1998 fonda il Teatro della Bugia di Roma, punto di riferimento per la cultura della Capitale, dove alterna alla prosa e all'operetta concerti solo acustici di artisti come Ornella Vanoni, Bruno Lauzi, Eugenio Bennato, Enzo Gragnaniello, Pietra Montecorvino ed altri. È residente in Inghilterra dal 2004, dove ha realizzato lungometraggi e docu-fiction. Nel 2006 ha ripreso la sua attività teatrale in Italia con la realizzazione dello spettacolo "Io, Eduardo De Filippo" Palco e retropalco rai tre ,da lui diretto ed interpretato insieme a Sebastiano Somma e Tosca D'Aquino; "L'erba cattiva non muore mai" segna il debutto come attore del musicista Enzo Gragnaniello, lo spettacolo Briganti Emigranti che debutta al 53º Festival dei due Mondi di Spoleto, di cui è regista e scenografo, poi Bene mio core mio di Eduardo De Filippo che dirige ed interpreta accanto a Lunetta Savino, ed ancora scrive e dirige "I commedianti" che recita al fianco di Nino Frassica, al momento è direttore artistico dell'Auditorium di Isernia e impegnato in una circuitazione estera di "Io Eduardo De Filippo" nell'ultima versione musicale.

Al cinemaVedi tutti